Attività di Base: A.G. “1c1+1 Appoggio +2 Portieri” Nell’articolo di oggi presento un esercizio che ho sviluppato sul campo col mio gruppo di Piccoli Amici… Continua »

Attività di Base: A.G. “1c1+1 Appoggio +2 Portieri”

Nell’articolo di oggi presento un esercizio che ho sviluppato sul campo col mio gruppo di Piccoli Amici all’ultimo anno (2008) e che è rivolta anche alle altre categorie dell’attività di base.
C’è da dire, come ho già scritto in altri articoli, che dispongo di un buon gruppo di bambini che durante la stagione ha assimilato nozioni e concetti molto difficili per la loro età.

Certo, la tecnica è importante, soprattutto in queste fasce d’età, ma per come la vedo io deve essere funzionale, ossia utile all’intenzione tattica che il giocatore intende raggiungere. Saper passare la palla non significa sapere anche “quando, dove, a chi..”

Per questo ho ideato tante proposte in cui il giocatore sia costretto a pensare, in cui il carico cognitivo sia a volte fin troppo alto, in modo da “stressare” il giocatore. Il beneficio lo avrà in partita, quando, potendo esprimersi liberamente, troverà le soluzioni molto più velocemente.

La proposta di oggi è la “naturale conseguenza” di un Rondo che avevo proposto loro (ai 2008) nella fase di attivazione e che prevedeva uno spazio di gioco piuttosto simile.

La sigla A.G. sta per “Attività Globale”, ossia esercitazioni che cercano di avvicinarsi il più possibile al contesto di gioco reale (due porte, portieri, attaccanti e difensori).

1c1+1 appoggio+2 portieri

Campo diviso in 4 triangoli uguali.
Il (d)ifensore Blu marca l’appoggio interno (giocatore Rosso).
L’attaccante dovrà giocare palla all’appoggio interno. Qui si pone il primo problema dell’esercitazione: doversi smarcare dal difensore.
“Come riesco a togliermi il difensore di dosso? Come mai, nonostante io mi stia muovendo (apparentemente) il difensore mi è sempre così vicino”?.

L’appoggio, una volta ricevuta palla, deciderà a quale dei due portieri giocare palla o se rigiocare sull’attaccante che a sua volta sceglie il loro portiere. L’attaccante entra immediatamente in campo dopo il primo passaggio.

Realizzare almeno 3 passaggi prima di poter segnare nella porta opposta (difesa da difensore e da portiere).

REGOLA: mai 2 attaccanti nello stesso triangolo (spazio di gioco). Attenzione che gli “attaccanti” sono 3, portiere, appoggio e attaccante. e gli spazi 4.

Se il difensore ruba palla cerca il gol, coadiuvato dal proprio portiere.

Varianti:

* l’appoggio può segnare solo a 1 tocco
* il portiere gioca a 2 tocchi
* tocchi vincolati solo in alcuni triangoli

Credit Immagine: http://www.jackcollisonsoccerschool.com/media/2017/02/slide-1.jpg