Es.Atletica col pallone: Guida della palla con tunnel e allunghi L’esercitazione in questione l’ho proposta 3-4 anni fa, quando allenavo una prima squadra. Quella preparazione… Continua »

Es.Atletica col pallone: Guida della palla con tunnel e allunghi

L’esercitazione in questione l’ho proposta 3-4 anni fa, quando allenavo una prima squadra. Quella preparazione la feci quasi completamente con la palla e i risultati furono ottimi.
Le considerazioni negative sono legate al fatto che lavorando col pallone qualcuno si può “un po’ nascondere” e lavorare sotto ritmo e la seconda considerazione è legata alle capacità tecniche dei ragazzi con cui si lavora. Per lavorare con la palla è richiesto un buon utilizzo dell’attrezzo (palla), in caso contrario l’intensità ne può risentire

L’esercitazione necessita di un intero campo di gioco.
Su una metà campo (quella di sx in fig.) posizioneremo diverse sagome con 2 paletti messi a X e alcuni over (piccoli ostacolini altezza 8-10cm)

Es. Atletica col pallone tunnel e scavetto più allunghi

Ogni giocatore è in guida della palla e si muove liberamente all’interno della metà campo eseguendo dei “tunnel” sulle sagome o degli “scavetti” sugli ostacolini

Al fischio del mister, bisognerà lasciare la palla sul posto e allungare fino a raggiungere l’angolo del campo (A), aggirare un paletto posto 5m dentro il campo e tornare indietro per aggirare l’angolo (B), rientrare nella metà campo, riprendere la palla e ripartire con la guida della palla

Es. Atletica col pallone tunnel e scavetto più allunghi(2)

Una VARIANTE può essere quella di allungare il tratto da percorrere in corsa veloce, come mostrato nella figura che segue

Es. Atletica col pallone tunnel e scavetto più allunghi(3)

Ulteriori varianti prevedono di variare ancora la distanza, per es. A-C-D o A-C-B

A questo punto occorrono delle precisazioni:
-Quanti minuti far durare l’esercitazione?
-Quante serie far svolgere?
-Quanto recupero tra le serie?
-Altro aspetto fondamentale, gli intervalli tra un fischio e l’altro del mister

Non è facile rispondere a queste domande perchè in base alla categoria, al tipo di campionato che si affronta (èlite, regionale, sperimentale, provinciale) e al livello tecnico-fisico della rosa con cui lavoriamo, queste varianti ovviamente mutano.

A seconda della categoria possiamo lavorare dai 6′ fino ai 10′ (con prime squadre quest’ultimi), intervallando i fischi ogni 1′ fino ad un 2′ (dipende dalla categoria e anche dal tratto che eseguiamo in allungo).

CONSIDERAZIONE PERSONALE
Piuttosto che lavorare con blocchi di corsa aerobica attorno al campo nei primi giorni di ritiro io preferisco lavorare in questo modo. E’ comunque un tipo di lavoro che permette di lavorare sulla variazione di velocità e che ci permette di migliorare anche l’aspetto tecnico della guida della palla. Chiaramente l’intensità dell’allungo non dovrà essere massimale ma dipende dalle indicazioni del tecnico.

NOTE: per rimanere ogni giorno aggiornati sui nuovi contributi di Ideacalcio seguimi alla pagina Facebook Ideacalcio

Credit Immagine: http://controcampo.sportmediaset.it/wpmu/files/2011/02/dv919694.jpg