Lavoro Organico con la Palla: Partita e Possesso, con moltissime varianti L’esercizio che vi propongo oggi prende spunto da una proposta di Ricardo Luiz, allenatore… Continua »

Lavoro Organico con la Palla: Partita e Possesso, con moltissime varianti

L’esercizio che vi propongo oggi prende spunto da una proposta di Ricardo Luiz, allenatore all’ Estrada Real Esporte Club.
Appena l’ho vista ho subito pensato che potesse diventare un validissimo strumento per allenare le componenti organiche dei giocatori e, vista l’elevata specificità, potrebbe essere utilizzata anche nel settore giovanile, sempre valutando il contesto in cui operiamo.

Mi è inoltre piaciuta perchè mi sono subito venute per la mente numerosissime varianti che potrebbero creare continui adattamenti.
La struttura è quella che si vede nella figura che segue

Lavoro organico con la palla Possesso e Partita

Creiamo tre campi di gioco come da figura, uno centrale all’area di rigore e due più esterni.
Formiamo poi due squadre e collochiamo 6 giocatori per campo, per il 3c3.
Nota: nel campo centrale posizioniamo anche due portieri a difesa delle porte

Nel campo di sinistra si gioca un 3c3 a 4 porte, con 2 porte da attaccare e da difendere.
* Ho inserito già una prima variante, col gol che può essere realizzato solo dopo essere entrati in zona di tiro (delimitata dai coni)

Nel campo centrale si gioca un 3c3 + 2 portieri per il gol.

Nel campo di destra giochiamo un possesso 3c3 + 1 Jolly con l’obiettivo di realizzare 1 punto con 5 passaggi consecutivi.
* Nella versione base il jolly non era previsto ma, se vogliamo favorire il mantenimento del possesso, dobbiamo creare una situazione tale che l’obiettivo sia in parte facilitato.

Al termine del tempo di lavoro ogni squadra cambia campo.
Si assegna 1 punto per ogni partita vinta.

Le Varianti

* Numeriamo i giocatori di ogni squadra, da 1 a 3. Al segnale del mister, questi chiama un numero e il numero corrispondente cambia di campo spostandosi verso destra (chi gioca sul campo di destra dovrà correre velocemente sul campo di sinistra)

* Come precedente ma oltre al numero il mister abbina anche un colore di una delle due squadre (es. 1 giallo). In questo caso una squadra si ritroverà a giocare in superiorità numerica fino a che non verrà ristabilita la parità numerica con un nuovo giocatore che arriva nel campo

* Al termine del tempo di lavoro, la squadra gialla resta ferma nel suo campo e ruota solo la squadra bianca. In questo modo i gialli e i bianchi si scontrano contro tutti. Successivamente si fermano i bianchi e ruotano i gialli

* Limitiamo il numero di tocchi. Possiamo limitarli solo su alcuni campi o su tutti
* Nel campo centrale possiamo assegnare 1 punto in caso di 1-2

* Nel campo di destra potremmo collocare alcune porticine formate con dei paletti. Si gioca per trasmettere palla ad un compagno attraverso una porticina

* Se non abbiamo a disposizione 20 giocatori possiamo comunque giocare con numeri differenti su ogni campo
* Creiamo i due campi laterali di dimensioni differenti, creando nuovi adattamenti

* Possiamo aumentare il numero di jolly nel campo di destra
* Possiamo collocare un jolly nel campo di sinistra o in quello centrale
* Possiamo limitare il numero di tocchi solo del jolly

* Il giocatore che calcia fuori, esce dal campo e corre a riprendere il pallone. In questo modo creeremo delle situazioni di superiorità e inferiorità numerica durante il gioco

Osservazione

La difficoltà maggiore è quella di introdurre sempre un nuovo pallone appena questo esce dal rispettivo campo di gioco. Quindi sarebbe ideale avere due assistenti.
Se si è da soli sul campo, diventa molto complicato proporre quest’esercitazioni e assicurarsi che l’intensità resti sempre alta

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi articoli di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook di Ideacalcio

photo credit: Cardiff Players Warm Up via photopin (license)