Lavoro Organico con la Palla: Possesso Palla con ricerca Dentro-Fuori

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Lavoro Organico con la Palla: Possesso Palla con ricerca Dentro-Fuori

Nell’articolo di oggi vediamo un’esercitazione molto interessante e allenante per diversi obiettivi. A seconda della nostra metodologia di lavoro e dall’obiettivo che ci interessa maggiormente sviluppare, la sovradimensione della proposta potrà essere di natura fisica o tecnico-tattica (quest’ultime due aree è quasi impossibile scinderle a mio avviso).

L’esercitazione può essere inserita nel periodo precampionato in sostituzione a qualche lavoro a secco, o durante la stagione, nell’allenamento centrale del morfociclo (periodo che va da una gara a quella successiva).

Predisponiamo un campo di gioco di dimensioni variabili, a seconda del numero di giocatori che intendiamo coinvolgere e del livello tecnico-tattico del gruppo.
Io l’ho pensato per 13 giocatori ma il numero è altamente modificabile a seconda delle proprie esigenze e necessità.

L’esercitazione è rivolta a tutte le categorie dell’attività agonistica, prime squadre comprese.

Formiamo tre squadre da 4 giocatori e scegliamo un Jolly (Bianco).
Su ognuno dei quattro lati collochiamo una porticina.

Alta Intensità Possesso Dentro-Fuori

Due squadre si posizionano all’interno insieme al Jolly mentre la terza si dispone all’esterno nel ruolo di sponde.
Le sponde si dovranno muovere attivamente su tutto il loro rispettivo lato. Richiedere alle sponde la massima attenzione. Capita a volte che chi è impegnato nel ruolo di sponda si faccia spesso trovare poco attento e molto statico. Sollecitare perché avvenga l’esatto contrario.

L’obiettivo iniziale per la squadra in possesso sarà quello di mantenere il possesso della sfera coadiuvati dalle sponde e dal Jolly (situazione di 9c4). Sponde e Jolly giocano a 1 tocco mentre le due squadre hanno 2 tocchi a disposizione.

L’obiettivo successivo, raggiunti i 5 passaggi, sarà quello di segnare in una delle 4 porticine.

Cambiamo le sponde a tempo, ogni 2’30”, massimo 3′.
Proponiamo l’esercizio sotto forma di competizione a squadre.

Le varianti che possiamo inserire sono molto interessanti a mio avviso:

  • La squadra che segna esce immediatamente al posto delle sponde. In questo modo diventa però più difficile tarare tempi di lavoro uniformi per tutti i giocatori.

 

  • Sostituiamo le porticine per il gol con diverse porticine formate con dei coni (come si vede dalla figura, io ne ho collocate sei). Sempre dopo i 5 passaggi, si ottiene 1 punto ogni qualvolta si trasmetta palla alla sponda attraverso una porticina. Le porticine non vengono collocate esattamente a metà lato.

Alta Intensità Possesso Dentro-Fuori(2)

  • Possiamo lavorare sia per il gol e per gli inserimento. Raggiunti i 5 passaggi, si potrà segnare in una delle 4 porticine (vengono sparse sui lati e non più a metà lato, questo per dare un minor riferimento alla squadra che difende), conquistando 1 punto, o servire un compagno che s’inserisce verso l’esterno del quadrato ottenendo 2 punti.

Alta Intensità Possesso Dentro-Fuori(3)

  • Possiamo aumentare il numero di giocatori impiegati, formando squadre da 5c5 o 6c6

Credit Immagine: http://www.xinhuanet.com/english/2018-06/06/c_137234097.htm

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply