Lavoro Organico con la Palla: Resistenza alla Velocità

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Resistenza alla velocità con l’utilizzo della palla

L’obiettivo della proposta è prettamente fisico: allenare la resistenza alla velocità. L’obiettivo viene però integrato con un semplicissimo lavoro sulla guida della palla, in modo da rendere la proposta meno noiosa e più allenante (due dimensioni, fisica e tecnica, piuttosto che solo fisica).

Nel corso di questi anni l’ho allenata sia con la palla sia senza (Juniores). Francamente ritengo che a “secco” si riesca ad incidere maggiormente su quelle che sono le componenti di velocità, tuttavia non ho disegnato neppure il suo incremento integrandola col pallone, ottenendo maggior Specificità.

Formiamo gruppi di 3 giocatori con 1 pallone ciascuno.
Lavoreremo dapprima sulla distanza di 10 metri, poi sui 20 metri ed infine sui 30 metri.

Resistenza alla Velocità con la palla

Due giocatori si posizionano su un cono e mentre il terzo giocatore su quello opposto. L’esercitazione consiste nel condurre palla alla massima velocità al compagno che abbiamo di fronte per poi fermarsi al posto del compagno che, ricevuto il pallone, parte a sua volta.
Io vi riporto i tempi di lavoro e di recupero che mi erano stati suggeriti dal preparatore:

  • 8 ripetizioni sui 10m, recupero incompleto tra le ripetizioni, 10-12 secondi
  • 1′ di recupero
  • 8 ripetizioni sui 20m, recupero incompleto tra le ripetizioni, 20-25 secondi
  • 1’30” di recupero
  • 8 ripetizioni sui 30m, recupero incompleto tra le ripetizioni 25-30″ secondi

Credit Immagine: https://www.90min.com/sitemaps/de/posts/sitemap.xml.gz

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

6 commenti

        • a mio avviso è importante, come le altre componenti fisiche dell’atleta,
          ma con 3 sedute a settimana e senza un preparatore atletico, non è
          facile seguire tutto. Io la velocità o la resistenza alla velocità la
          propongo 1 volta ogni 2 o 3 settimane e il venerdì.
          Attenzione però
          (mi era già capitato di vederlo anche a padova), i soggetti più
          predisposti (solitamente quelli con fibre veloci notevoli) possono
          risentirne. Venerdì scorso ho fatto un lavoro sulla velocità e domenica i
          2 giocatori più veloci lamentavano ancora degli affaticamenti

Leave A Reply