Esercitazione Destrutturata - 1-2 con l'interno più movimento a pendolo..

Esercitazione destrutturata – Num. 2 –

L’esercitazione viene sviluppata sull’ampiezza dell’area di rigore, quindi circa 40m in ampiezza e circa 30m in profondità.
Si posizionano 2 sagome in posizione laterale, come da figura. Per le sagome possiamo utilizzare 2 paletti messi a X.

I giocatori si posizionano come da figura, 2 nel mezzo (C) e (D), 2 in prossimità delle sagome (B) e (F) e i restanti si collocano alle due estremità dei lati lunghi con un pallone a testa.

L’esercitazione parte da (A) con il tecnico che inizialmente da i tempi per i contromovimenti e detta il ritmo dell’esercitazione. Capito il ritmo i ragazzi proseguono l’esercitazione autonomamente per quel che riguarda i tempi di gioco

-(B) esegue un contromovimento lungo-corto e riceve da (A) davanti alla sagoma
-(C) si porta in appoggio a (B)
-(B) e (C) giocano l’1-2 a 1 tocco
-(B) conduce palla verso la fila opposta
-l’esercitazione riparte immediatamente da (E) che trasmette a (F) con (D) che gli si porta in appoggio

Allenamento Destrutturato num. 2

ATTENZIONE

-(E) gioca palla sul tempo del passaggio di ritorno dell’interno a chiudere l’1-2

-(A) dopo il passaggio parte in velocità per portarsi in (B). Simuliamo quindi l’inizio di un’ipotetica sovrapposizione

-(B) dopo aver ricevuto il passaggio di ritorno, accelera in conduzione. Dopo aver preso in mezzo il difensore (sagoma) con l’1-2 sarebbe controproducente non sfruttare il vantaggio appena acquisito

-Ai 2 interni (C) e (D) viene data la possibilità di effettuare un “movimento a pendolo”. Sulla giocata di (A) per (B), (C), valutata la posizione di (D) non troppo lontano da esso, decide di alzarsi con (D) che si porta in appoggio per chiudere la giocata con (B). Sarà poi (C) a portarsi in appoggio a (F)

Allenamento Destrutturato num. 2(2)

NOTA:

Il lavoro dei 2 interni viene fatto svolgere possibilmente a tutti, anche se è un lavoro particolarmente adatto per centrocampisti, trequartisti e difensori centrali anche se quest’ultimi un po’ meno. I due interni vengono cambiati a tempo, ogni 2-3′. Si consiglia di non andare oltre i 3′ perchè l’esercitazione, se fatta coi tempi corretti e se inserito il movimento a pendolo è abbastanza impegnativa dal punto di vista fisico.

I due interni vengono cambiati senza interrompere l’esercitazione. Scelti i nuovi interni, se ne fa entrare uno alla volta dando continuità all’esercitazione

Per rimanere ogni giorno aggiornati sui nuovi contributi di Ideacalcio, seguimi alla pagina Facebook Ideacalcio