Sequenze di Passaggi: Alleniamo i Tempi di Inserimento e la Giocata sul Terzo Uomo L’esercizio che vi propongo oggi l’ho pensato quest’estate ma devo ancora… Continua »

Sequenze di Passaggi: Alleniamo i Tempi di Inserimento e la Giocata sul Terzo Uomo

L’esercizio che vi propongo oggi l’ho pensato quest’estate ma devo ancora provarlo sul campo, anche se ho comunque utilizzato diverse esercitazioni simili.
Essendo io fermamente convinto che i “principi vengano prima degli schemi”, mi piace proporre esercitazioni che allenino il giocatore ad acquisire dei concetti piuttosto che meccanizzarli.

Nella proposta in questione, oltre ai fondamentali tecnici del controllo e del passaggio, gli obiettivi sono legati in particolare ai tempi di inserimento, elemento questo che si da spesso per scontato ma che personalmente richiede tempo (per acquisirlo) e consapevolezza (per leggere e interpretare correttamente la possibilità di attaccare lo spazio, come farlo e quando farlo).

L’esercizio prevede uno step base e una serie di varianti che possono essere sviluppate per creare una progressione che si concluda con una fase in cui i giocatori possano sviluppare e interpretare liberamente le soluzioni da adottare.

12248672_10208072830649340_1927043610_n

Svolgimento

Il giocatore (1) gioca palla sul compagno (2) che controlla e passa a (3);
Il giocatore (3) lavora sul tempo del contro-movimento e sul tempo della ricerca della “zona luce”, partendo inizialmente dietro una sagoma.

Il giocatore (3) controlla e serve (4) che si inserisce partendo alle sue spalle.
Il giocatore (4) lavora sul tempo di inserimento.

Il giocatore (4) passa poi a (5) che controlla e guida la palla verso (6);
Il giocatore (6) si muove lungo-corto, riceve il passaggio di (5) e gioca a muro per poi liberare la linea di passaggio;

Il giocatore (5) verticalizza per l’inserimento di (7);
Il giocatore (7) lavora sul tempo dell’inserimento.

Osservazione

Ho notato che spesso l’errore nel tempo dell’inserimento è perchè è anticipato piuttosto che ritardato.
Ai giocatori va fatta capire la possibilità o meno del possessore di verticalizzare e su questa prendere il tempo.

Altri aspetti sono legati alla velocità con cui si attacca lo spazio, a volte troppo lenta, e alla cattiva lettura del possessore relativa alla velocità di spostamento del compagno.

Possibili Varianti

12243640_10208072831049350_136494936_n

Come si vede in questa immagine ho inserito tutta una serie di possibili varianti che pongano il giocatore (2) al centro di tutta la proposta.
E’ possibile “mescolare” alcune di queste soluzioni con altre dello step base e crearne molte altre, inserendo magari degli 1-2, giocate a muro, controlli orientati, giocate a tre giocatori.

Si conclude, come dicevo in apertura, con uno step in cui ai ragazzi viene lasciata totale autonomia per poter sviluppare ciò che vogliono, lavorando sempre sui medesimi obiettivi.
In quest’ultima fase la comunicazione, la percezione, l’analisi, la decisione e la qualità dei gesti tecnici, risulteranno fondamentali per portar a buon fine ogni sequenza.

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi articoli di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook di Ideacalcio

Credit Immagine: http://1.bp.blogspot.com/-xEODKwGDNKc/VboddaNo4FI/AAAAAAAAonE/FSxUnNVX1-s/s1600/arturo-vidal-trains-in-pink-nike-mercurial-superfly-boots%2B%25281%2529.jpg