Es. Difensiva: Allenare il giropalla difensivo nel precampionato Premessa L’esercitazione in questione è un “classico”, ossia un’esercitazione molto semplice e che avremmo già sicuramente proposto… Continua »

Es. Difensiva: Allenare il giropalla difensivo nel precampionato

Premessa
L’esercitazione in questione è un “classico”, ossia un’esercitazione molto semplice e che avremmo già sicuramente proposto o visto fare. La ritengo però molto utile nel precampionato per allenare i primi automatismi nel reparto difensivo e per allenare la squadra alla costruzione sul corto, evitando di “sparacchiare” a caso il pallone

Svolgimento

4 difensori + 1 portiere vs 2 attaccanti
L’esercitazione comincia col portiere che rimette in gioco su uno dei 2 terzini. L’obiettivo del reparto difensivo sarà quello di attraversare in conduzione una delle 3 porticine di 3-4 m poste poco prima della linea di metà campo e disposte come da figura

Precampionato Giropalla Difensivo Uscire dal pressing avversario

I 2 attaccanti ne ostacoleranno l’azione e in caso di recupero palla potranno attaccare la porta difesa dal portiere in situazione di 2v4.
Nonostante possa risultare un’esercitazione molto semplice nella sua struttura, sono molte le note e i particolari da tener in considerazione

NOTE E OSSERVAZIONI

-Ogni difensore potrà attraversare in conduzione solo la porticina davanti a lui
-Consiglio di tenere 2-3 coppie di attaccanti. Al termine di ogni azione si cambia la coppia di attaccanti che lavora. Questo per permettere agli attaccanti di essere “relativamente” freschi ad ogni azione e quindi di portar pressione con più facilità

-Gli attaccanti, già di per sè in inferiorità numerica, dovranno essere abili a lavorare insieme per indirizzare il gioco sull’esterno e aver così maggiori possibilità di recuperare palla. Dovranno quindi rimanere piuttosto vicini per aumentare le possibilità di recupero palla. Non servirà altrimenti a nulla che un attaccante vada in pressione e che l’altro resti a 20m di distanza

-Nel giropalla difensivo vanno evitati i passaggi orizzontali che, in caso di intercetto, potrebbero mandare al tiro gli attaccanti
-Si ricorda che in caso di difficoltà sarà permesso il retropassaggio sul portiere e che quindi è una situazione di 5v2 e non di 4v2
-Così come sarà consentito il cambio gioco qualora la percussione su una corsia fosse preclusa

-Chiaramente si possono poi, in un secondo momento, aumentare il numero di difensori e di attaccanti. Si può lavorare 4v3, 5v3, 5v4 ecc…

NOTA: per rimanere ogni giorno aggiornati sui nuovi contributi di Ideacalcio seguimi alla pagina Facebook Ideacalcio

Credit Immagine: http://www.cus.unifg.it/dwn/img/impianti_sportivi/1—calcio-7.jpg