Esercitazione Difensiva: Alleniamo il 2v2 Centrale all’Interno di una Progressione Esercitazione che posso inserire all’interno di una progressione didattica che propongo settimanalmente per migliorare in… Continua »

Esercitazione Difensiva: Alleniamo il 2v2 Centrale all’Interno di una Progressione

Esercitazione che posso inserire all’interno di una progressione didattica che propongo settimanalmente per migliorare in particolare la tecnica applicata/tattica individuale in fase di non possesso.

Ricordando che i cinque punti sono:

1- Presa di posizione
2- Marcamento
3- Intercettamento e anticipo
4- Contrasto
5- Difesa della porta

L’esercitazione è molto semplice nella sua struttura ma mi è piaciuta perchè da modo di inserire diverse varianti.
L’esercitazione viene proposta dopo aver lavorato in un primo momento sempre sull’1v1 che può essere frontale, laterale o con difensore alle spalle dell’attaccante.
In questa proposta vedremo invece una situazione di 2v2 in zona centrale con alcune varianti che possono essere inserite all’interno di questa progressione

Ricordiamoci di valutare molto attentamente i tempi di recupero. Le situazioni di gioco semplificate possono infatti avere una notevole rilevanza dal punto di vista condizionale, in particolare per quel che riguarda la forza, attraverso frenate, ripartenze e cambi di direzione.

La struttura dell’esercitazione è quella che si vede nella figura che segue

Es. Difensiva 2v2 centrale

L’esercitazione inizia con il giocatore (A) che trasmette indifferentemente palla verso il compagno (B) o (C). Chi dei due non riceve palla rimane passivo.
A questo punto il difensore più vicino dovrà uscire in pressione e il compagno garantirà la copertura.

Inizia in questo modo un 2v2 in cui gli attaccanti dovranno segnare in una delle due porticine centrali mentre i difensori dovranno adottare i comportamenti-aggiustamenti del caso, curando:

-la marcatura sul diretto avversario
-curare la comunicazione, soprattutto per quel che riguarda “esco”-“ti copro”
-difesa della porta
-presa di posizione (curando sia arti inferiori che superiori)

Se i difensori recuperano palla dovranno servire il mister in profondità o uno dei due successivi compagni in attesa sulla linea di fondo (in figura non li ho inseriti). In questo modo lavoreremo anche sulla transizione positiva, che potrà avvenire con un passaggio in verticale o con un passaggio sicuro (a sostegno)

A questo punto l’attaccante (A) si ferma ed esce dal campo, mentre il terzo attaccante che era rimasto passivo va incontro al mister per ricevere palla.
Nota: potrà ricevere palla solamente sotto la linea dei due coni blu

Questa variante, che sembra di poco conto, è importante perchè da modo ai difensori di salire, di accorciare in avanti e quindi di togliere profondità.
Inizia quindi una seconda situazione di 2v2 sempre con i medesimi obiettivi.

Una variante, in uno step successivo, potrebbe essere che l’attaccante (A) rimane attivo e i difensori lavorano in inferiorità numerica (2v3).

Nota: io l’ho proposto con le porticine perchè non avevo i portieri ma naturalmente i difensori potrebbe difendere una porta difesa dal portiere.

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contenuti di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio che trovi a questo Link

Credit Immagine: http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/f/f2/Gary_Hooper_-_tackle.jpg