Fase di Non Possesso: Pressione e Copertura

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Fase di Non Possesso: Pressione e Copertura

Nell’articolo di oggi ripropongo aggiornata un’esercitazione pubblicata per la prima volta su Ideacalcio nel Novembre 2013.

Si tratta di un’esercitazione rivolta alle categorie dell’attività agonistica e più nello specifico a quelle Allievi, Juniores e Prime Squadre.

Gli obiettivi della proposta riguardano prevalentemente la fase di non possesso, con principi di tattica individuale e collettiva, oltre agli sviluppi relativi alla fase di non possesso per l’appunto.

Il numero di giocatori coinvolti è di 18, di cui 2 Portieri; i quali ci serviranno in un secondo momento.

Vengono formate due linee da 4 giocatori Gialli. Questi possono rappresentare la nostra linea di difesa o di centrocampo, qualora utilizzassimo un sistema di gioco che preveda 4 elementi in tale reparto. Di contro schieriamo due linee da 4 elementi Blu (queste possono essere interpretate da attaccanti o da centrocampisti).

L’esercitazione si svolge contemporaneamente sulle due metà campo qualora avessimo a disposizione almeno un collaboratore.

I giocatori si affrontano a specchio, con una situazione di 4 contro 4 su entrambe le metà campo.

Il quartetto degli attaccanti si posiziona su dei cinesini situati in prossimità della metà campo; a questi chiediamo una circolazione del pallone che comprenda tre fasi:

  • conduzione verso l’avversario che si ha di fronte;
  • arrivati in prossimità dell’avversario, sterzata e scarico in favore del compagno più vicino;
  • riposizionamento sulla linea dei compagni;

Es. Difensiva Pressione e Copertura

Contemporaneamente andiamo a correggere il comportamento dei  giocatori Gialli. Questi infatti dovranno:

  • uscire in pressione sul portatore, arrestandosi alla giusta distanza (non finirgli troppo vicino);
  • porsi in diagonale rispetto alla conduzione, deducendo il piede forte dell’avversario ed orientandolo verso l’esterno del campo (alcuni allenatori chiedono di indirizzarlo verso il compagno di reparto);
  • indietreggiare alla giusta velocità rispetto alla conduzione dell’avversario, con uno stile di corsa di “accompagnamento”, che tenga in considerazione la velocità di conduzione dell’attaccante;
  • sullo scarico dell’attaccante la linea dovrà salire per poi arrestarsi in postura antero-posteriore (no piatti) poco prima della ricezione dell’attaccante;
  • i compagni del giocatore uscito in pressione devono assicurarsi le coperture reciproche, con figura a palla centrale (piramide difensiva/triangolo difensivo) e laterale (diagonale difensiva);

Dopo questa prima fase didattica possiamo richiedere, al segnale dell’allenatore, di effettuare un 4 contro 4 in cui gli attaccanti giocano per andare alla conclusione, secondo dei principi e/o sviluppi tattici suggeriti dall’allenatore, mentre i difensori, riconquistata palla, dovranno condurla a meta sulla linea di metà campo.

 

Credit Immagine: https://ronaldo.com/

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply