Apprendimento con le Parole Chiave: Inserimenti in Castello

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Apprendimento Tecnico-Tattico con le parole chiave: Inserimento in castello per andare al tiro

Premessa

L’utilizzo delle parole chiave rientra nella metodologia di lavoro proposta dal grande mister Massimo de Paoli.
L’esercitazione può essere a mio avviso proposta dall’ultimo anno pulcini in poi. Chiaramente più si sale di categoria maggiori dovranno essere le richieste ai ragazzi, così come i tempi di giocata dovranno accorciarsi

Si posizionano 6 sagome come da figura, a formare un castello di 10m circa. Il castello è lo spazio che va dalla linea di centrocampo avversario alla difesa avversaria; è in pratica lo spazio tra le linee.
Possiamo utilizzare due paletti messi a X per ogni sagoma o un solo paletto verticale. Vengono poi posizionate 2 ulteriori sagome in posizione laterale e in prossimità del castello (vedi fig.)

Svolgimento

L’esercitazione comincia con (A) in possesso di palla sulla fascia sx.
(B) chiama lo “scarico” e riceve il passaggio dal compagno. Sulla ricezione di (B), (C) posizionato sulla fascia opposta chiama “cambia”

Apprendim.Tecnico-Tattico Parole Chiave Inserimento tra le linee

(B) lavora con 2 piedi, utilizzando un controllo ad aprire col dx per poi trasmettere palla col sx.
(C) a sua volta esegue un controllo ad aprire col dx e punta la sagoma di fronte a lui.

A questo punto avremo 2 possibili evoluzioni dell’azione:

SOLUZIONE I

-entre (C) sta puntando la sagoma, (B) chiama “chiuso”, indicando a (C) l’impossibilità di avanzare.
-(C) esegue allora un controllo a chiudere e trasmette palla a (B).
-sulla ricezione di (B), (A) s’inserisce in castello chiamando “vertice”
-(B) gioca palla sull’inserimento del compagno che controlla e calcia a rete

Apprendim.Tecnico-Tattico Parole Chiave Inserimento tra le linee(2)

SOLUZIONE II

-(C) punta la sagoma e (B) non chiama nulla
-(C) esegue una finta sulla sagoma ed entra nel castello per calciare in porta

Apprendim.Tecnico-Tattico Parole Chiave Inserimento tra le linee(3)

NOTE E OSSERVAZIONI

-L’esercitazione viene poi riproposta partendo da dx

-Gli obiettivi tecnici sono: controllo, passaggio, dribbling e tiro in porta di dx e di sx a seconda che calci
(A) o (C)

-(C) col primo controllo ad aprire deve puntare alla massima velocità la sagoma; così come dovrà essere rapido ad eseguire il controllo a chiudere sull’eventuale chiamata di (B)

-Importante è anche il tempo d’inserimento di (A) che dovrà ricevere il passaggio di (B) in corsa

Per rimanere ogni giorno aggiornati sui nuovi contributi di Ideacalcio seguimi alla pagina Facebook Ideacalcio

Credit Immagine: http://www.storiedicalcio.altervista.org/images/Subbuteo3.jpg

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

6 commenti

  1. credo ci sia un errore il soluzione 1 al terzo punto è A che si inserisce non C giusto??
    cmq sono molto interessanti queste esercitazioni, anzì invito a pubblicarne altre

  2. Francesco Bertagna on

    Ottimo esercizio.. Io al posto della parola chiave “Vertice”, in quel caso utilizzo “Dentro”, proprio per indicare che il giocatore va dentro al Castello e poi va al tiro. Altra opzione è che il giocatore A, anziché entrare in Castello, vada sul lungo in fascia per poi fare il cross al centro. In quel caso la parola chiave da chiamare è “Lungo” o “Lungo in fascia”.

  3. Diego Franzoso

    Si, effettivamente c’era in errore, vi ringrazio per la segnalazione e l’ho corretto. Purtroppo quando si pubblica alle 8 di mattina può succedere 🙂
    Buona anche la tua proposta Francesco

  4. INTERESSANTE ESERCITAZIONE, UNA VARIANTE POTREBBE ESSERE ANCHE, TI POSIZIONARE UN ATTACCANTE COME VERTICE OLTRE IL CASTELLO CHE SCAMBIA CON UN UNO DUE CON IL GIOCATORE CHE O ESEGUE UNA FINTA ED ENTRA NEL CASTELLO OPPURE CON L’ALTRO GIOCATORE CHE ENTRA SUL TAGLIO DOPO AVER RICEVUTO dal centrale.

  5. ciao Diego, io personalmente utilizzo la parola SCARICO al posto di CHIUSO da parte di B.
    E corretto?
    Si possono utilizzare entrambi?
    ciao

  6. Diego Franzoso

    Interessante proposta Maurizio.

    Per Mario, diciamo che la parola “scarico” intende la richiesta di un passaggio indietro, mentre la parola “chiuso” l’impossibilità ad avanzare. Solitamente dopo un “chiuso” ne consegue uno “scarico”. Sono 2 parole un po’ diverse ma quando parliamo di linguaggio condiviso intendiamo una serie di vocaboli che siano velocemente comprensibili da TUTTI i giocatori in campo. Quindi non è un discorso legato a quale vocabolo usare (certo, se calcistico tanto meglio, ma visto che parliamo di scuola calcio si possono utilizzare anche altre parole) ma ad un concetto che dev’essere condiviso

Leave A Reply