Competizione a squadre per il tiro in porta – Sfida a Orologio Premessa L’esercitazione è un “classico” nella sua struttura e può essere proposte in… Continua »

Competizione a squadre per il tiro in porta – Sfida a Orologio

Premessa

L’esercitazione è un “classico” nella sua struttura e può essere proposte in “mille salse differenti”. L’esercitazione vede 2 squadre impiegate in 2 compiti differenti in un primo momento per poi invertirsi i compiti. Una squadra, attraverso il suo esercizio, da il tempo all’altra squadra per completare la prova (sfide a orologio)

Svolgimento

Gli obiettivi tecnici scelti per quest’esercitazione sono il tiro in porta, la guida della palla e il passaggio a parabola. Tra quelli condizionali la velocità

Competizione a squadre Gioco Orologio Tiro in porta

E’ ovvio che variando le distanze e apportando dei piccoli accorgimenti (obiettivi) questo genere di esercitazioni possono essere proposte a partire dalla scuola calcio fin ad arrivare alle prime squadre

L’obiettivo della squadra rossa è quello di realizzare il maggior numero di reti guidando la palla verso una sagoma, eseguendo su di essa una finta a piacere per poi calciare immediatamente in porta. La porta viene divisa in settori. Possono essere collocati dei cerchi in prossimità dell’incrocio dei pali, possono essere posizionati dei paletti ad una distanza di 2m dal palo o può essere divisa la porta orizzontalmente legando un filo ai 2 pali. L’allenatore indicherà, prima della prova, i vari punteggi in caso di gol in ogni settore

Il secondo giocatore rosso parte non appena il compagno precedente calcia in porta. Dopo il tiro si recupera il pallone e si torna in fila

Nel frattempo la squadra gialla si divide alle 2 estremità del suo “percorso”, distanti circa 25m.
Il primo giocatore giallo parte in guida della palla per un tragitto di 20m fino ad affrontare in slalom 4 birilli (distanza 1m circa l’uno dall’altro). Uscito dall’ultimo cono si esegue un passaggio a parabola per il compagno che sta di fronte e in sprint si cambia fila. Chi riceve il passaggio parte a sua volta in guida della palla.

Ogni trasmissione dei gialli dovrà essere contata ad alta voce in quanto, arrivati a 15 trasmissioni, i gialli completeranno il loro obiettivo e i rossi non potranno più tirare in porta. Si contano quindi quanti gol (o punti se la porta è zonata) han fatto i rossi e si invertono i compiti delle 2 squadre. Vince la squadra che, nel tempo necessario alla squadra avversaria per eseguire 15 trasmissioni, segna più gol (fa più punti).

Si possono eseguire diverse “manche” apportando magari delle varianti:
-si può calciare solo col piede debole
-si può lanciare solo col piede debole
-eseguire la finta richiesta sulla sagoma
-dopo la trasmissione a parabola, si esegue un percorso motorio posizionato a lato del percorso

Per rimanere ogni giorno aggiornati sui nuovi contributi di Ideacalcio seguimi alla pagina Facebook Ideacalcio

Credit Immagine: http://static.fanpage.it/calciofanpage/wp-content/uploads/2013/01/cavani_lascia_napoli.jpg