Dalle Sequenze di Gioco al Tiro in Porta Esercizio che ho sviluppato col mio gruppo di Giovanissimi al secondo anno. Dopo aver lavorato fin dal… Continua »

Dalle Sequenze di Gioco al Tiro in Porta

Esercizio che ho sviluppato col mio gruppo di Giovanissimi al secondo anno.
Dopo aver lavorato fin dal primo giorno sulle sequenze di gioco, ho pensato di utilizzarle anche per il tiro in porta stimolando nei ragazzi il sistema PAD, Percezione-Analisi-Decisione.

Svolgimento

Predisponiamo 4 sagome in prossimità del limite dell’area. Per una sagoma bastano anche 2 paletti messi a X
I giocatori vengono divisi principalmente per ruolo e disposti come nella figura che segue

Sequenze di Gioco per il tiro in porta

-Nel ruolo di prima punta (giocatore blu) posizioniamo i nostri attaccanti centrali
-Nel ruolo di centrocampista centrale (giocatore giallo) schieriamo i nostri centrocampisti centrali e volendo anche i difensori centrali
-Nel ruolo di esterni (giocatori rossi) schieriamo i nostri esterni alti e bassi e volendo anche i difensori centrali

L’esercizio viene svolto alternativamente una volta a dx e una a sx.
I palloni vengono divisi tra le due file di esterni.

L’esercizio inizia con l’esterno in possesso di palla e questo potrà:

-partire in guida della palla per poi giocare palla alla punta o;
-partire con un immediato passaggio verso la punta

A seconda della scelta dell’esterno avremo poi 4 possibili evoluzioni:

L’esterno guida palla e gioca alla punta:

-La punta chiude l’ 1-2 all’esterno per mandarlo al tiro
-La punta riceve “assorbendo” palla e orientandosi verso la porta per calciare in porta (controlla e riceve col piede più lontano dalla sagoma)

L’esterno effettua un immediato passaggio per la punta:

La punta dovrà valutare attentamente il comportamento del centrocampista centrale che si potrà muovere a sostegno o potrà inserirsi. A seconda di quale delle 2 possibilità si verifichi, avremo due possibili evoluzioni

-il centrocampista s’inserisce, la punta gioca a muro con l’esterno che serve l’inserimento del centrocampista
-il centrocampista viene a sostegno della punta e quest’ultima scarica per il compagno che serve l’esterno che s’inserisce

Note:

Importantissimi i due differenti movimenti della punta, convergente e divergente, per togliersi dalla linea di passaggio e favorire in questo modo la verticalizzazione

Curare il contromovimento della punta nel caso questa voglia ricevere per la conclusione.

Osservazione

L’esercizio, oltre ad allenare le sequenze di gioco sulla trequarti offensiva per liberare un compagno al tiro, stimola particolarmente il sistema di Percezione-Analisi-Decisione.
I giocatori infatti, dopo aver percepito attraverso il canale visivo e uditivo (nel caso di comunicazione tra due o più compagni), si ritroveranno ad analizzare la situazione prendendo in esame il comportamento dei compagni ed infine ad eseguire il piano tecnico-motorio appropriato al contesto

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contenuti di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio che trovi a questo link

Credit Immagine: http://img.sportmediaset.mediaset.it/binary/reuters/39.$plit/C_29_fotogallery_1000387__ImageGallery__imageGalleryItem_4_image.jpg