Es. TecnicoFunzionale: Ricerca del 3° Uomo, Difesa e Protezione Palla, Gestione del 2c1 (due proposte)

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Es. TecnicoFunzionale: Ricerca del 3° Uomo, Difesa e Protezione Palla, Gestione del 2c1

Nell’articolo di oggi vi presento un’esercitazione che ho utilizzato con un gruppo di Giovanissimi Professionisti e che può essere rivolta alle categorie Esordienti, Giovanissimi e Allievi.

Si tratta di un’esercitazione tecnico-funzionale, ossia una proposta che vuole coniugare, in un unico esercizio, degli obiettivi tecnici con alcuni sotto-principi o sotto-sotto-principi inerenti al modello di gioco scelto dall’allenatore.

In questo esercizio vediamo:

  1. la ricerca del terzo uomo (“l’uomo libero”) in seguito ad un gioco a muro
  2. la difesa e protezione della palla (l’obiettivo tecnico che mi interessava maggiormente)
  3. una situazione di 1c1 in cui l’attaccante simula la difesa della palla per “far salire i compagni
  4. portarsi a sostegno del compagno
  5. una situazione di 2c1 finalizzata al gol o alla conquista dello spazio
  6. i sotto-obiettivi tecnici sono inerenti al passaggio e al controllo orientato

Per l’esercizio servono almeno 6 giocatori. Con 8-9, paradossalmente, possiamo eliminare i tempi morti.

I giocatori si posizionano come da figura. Viene costruito un quadrato di circa 12×12.

Gioco a muro tra (1) e (2) e passaggio a (3). Quest’ultimo controlla e serve (4) che si porta all’interno del quadrato, col difensore che fa altrettanto.

Inizia una situazione di 1c1 in cui l’attaccante dovrà difendere la sfera per 5″ prima di essere supportato da (3) che corre a sostenere l’azione del compagno. Il difensore è attivo e cerca di sottrarre palla all’attaccante per porre fine all’azione.

Il giocatore (3) entra nel quadrato per dar vita ad una situazione di 2c1 in cui gli obiettivi per gli attaccanti sono due:

  1. gol nella porticina;
  2. smarcamento di rottura alle spalle delle sagome (ricevere palla alle spalle della linea di fondo-sagome)

Note

  1. i giocatori avanzano di una posizione
  2. se il difensore sottrae palla ad uno dei due attaccanti, ne prende il suo posto (e viceversa)
  3. prestare attenzione al primo controllo dell’attaccante che si muove nel quadrato; no d’interno piede. O di suola o d’esterno, per mantenere fin da subito la sfera lontana dal difensore
  4. presa di posizione dell’attaccante a difesa della palla. Tenere la palla sempre sotto controllo. Gamba d’appoggio leggermente flessa, avambraccio a difesa e a contatto col difensore. Lavorare con braccia e gambe

 

VARIANTE

Il giocatore (1) trasmette palla a (2) che si orienta verso la fascia opposta e gioca palla a (3). FOCUS: “ricevo da un lato e gioco verso quello opposto“.

Controllo di (3) e passaggio al compagno (4) mossosi sul corto seguito dal difensore attivamente.

Inizio di 1c1 in cui l’attaccante lavora per difendere la palla mentre il compagno che gli ha giocato palla aggira due coni prima di poterne supportare l’azione. Entrato nel quadrato inizia una situazione di 2c1 che ha l’obiettivo di conquistare la zona di meta o in conduzione o ricevendo palla (coi tempi corretti) nello spazio di meta.

Il difensore cambia di ruolo se riesce a sottrarre palla agli attaccanti.

Credit Immagine: https://nst.sky.it/immagini/sport/calcio_estero/2016/05/30/Stelle_Euro/original/00_copertina_getty.jpg

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply