Esercitazione per il tiro in porta e per l’1-2 – portarsi in appoggio – Premessa L’esercitazione l’ho proposta con una squadra all’ultimo anno pulcini ma… Continua »

Esercitazione per il tiro in porta e per l’1-2 – portarsi in appoggio –

Premessa

L’esercitazione l’ho proposta con una squadra all’ultimo anno pulcini ma non l’ho inserita nella categoria “Scuola Calcio” perchè ritengo che possa essere utile e allenante anche per categorie superiori. Gli obiettivi sono appunto quelli del tiro in porta, dell’1-2 e ultimo ma probabilmente il più importante, quello di portarsi in appoggio al possessore

Svolgimento

Posizioniamo una sagoma in posizione centrale. La distanza dalla sagoma (per la sagoma bastano anche 2 paletti messi a X) alla porta dipende principalmente dalla categoria a cui proponiamo l’esercitazione. Mettiamo poi 2 cinesini a 2-3m dalla sagoma e altri 2 5m più distanti dai primi.
Due giocatori, (A) e (B) si posizionano sui cinesini più distanti dalla sagoma

Scuola Calcio Tiro in porta e 1-2

L’esercitazione ha inizio con (C) che guida palla verso la sagoma
(A) si porta in appoggio a (C) portandosi sul cinesino più vicino alla sagoma
(C) chiede ed ottiene l’1-2 con (A), prendendo in mezzo la sagoma, e va al tiro

Dopo il tiro, (C) prende immediatamente il posto di (A) e quest’ultimo recupera il pallone calciato dal compagno e torna in fila
L’esercitazione continua poi col prossimo compagno della fila che in conduzione punta la sagoma per ottenere l’1-2 questa volta con (B)
Giocheremo quindi un 1-2 verso dx e uno verso sx

VARIANTE:

Possiamo inserire una variante che lascia più libertà di scelta ai ragazzi.
(C) punta la sagoma e gioca per (A) che gli si fa incontro
(A) decide se chiudere l’1-2 o se eseguire un controllo ad aprire ( A in figura lo eseguirà con l’interno sinistro) per poi calciare a rete con lo stesso piede con cui ha eseguito il controllo ( B invece effettuerebbe il controllo ad aprire col destro e tirerebbe di destro)

ATTENZIONE: se l’appoggio decide di andare al tiro, chi ha giocato il primo passaggio, (C), segue l’azione per ribattere in rete l’eventuale respinta del portiere. Ad azione conclusa diventa appoggio!!

(A) dovrà fintare la sua intenzione. Nel caso decida di andare al tiro, fingerà di chiudere il passaggio per poi lasciar sfilare leggermente la palla per il controllo ad aprire e la successiva conclusione
In questo caso, se (A) decide di andare al tiro, questi recupera palla e torna in fila, mentre (C) prende immediatamente il posto di (A)

Un’ulteriore variante può essere quella che (C) decide autonomamente a chi passare la palla tra i 2 appoggi.
(C) guida la palla puntando la sagoma e (A) e (B) gli si fanno incontro portandosi in appoggio. (C) gioca palla su uno dei 2 e chi non riceve torna immediatamente sul cinesino di partenza

NOTE E OSSERVAZIONI

– Sarebbe ottimale che l’1-2 venisse chiuso di prima intenzione. Coi più piccoli possiamo lavorare anche coi 2 tocchi

– Insistere perchè avvenga il cambio di velocità e di ritmo sul passaggio di ritorno dell’appoggio

– Si va al tiro di prima intenzione o a 2 tocchi. Possiamo lavorare su entrambe le soluzioni o lasciare autonomia ai ragazzi

– Soprattutto coi più piccoli noterete alcune difficoltà di attenzione legate al portarsi immediatamente in appoggio dopo aver calciato in porta. Molti andranno verso la porta, dimenticandosi di lasciar perdere il pallone e di portarsi in appoggio

– Per rimanere ogni giorno aggiornati sui nuovi contributi di Ideacalcio seguimi alla pagina Facebook Ideacalcio

Credit Immagine: http://static.fanpage.it/calciofanpage/wp-content/uploads/gallery/le-immagini-di-roma-inter/totti-porta-in-vantaggio-la-roma-2.jpg