Il lavoro dell'attaccante: allenarsi sul controllo orientato e il tiro in porta

 

Tecnica Applicata: Il Lavoro dell’ Attaccante – Controllo Orientato e tiro in porta –

L’esercitazione è semplicissima e un “classico”. Può essere proposta a tutti o in modo più specifico per gli attaccanti.
Oltre a dar importanza al tiro in porta, bisognerà concentrarsi sull’importanza del primo controllo di palla e vedremo diverse possibilità..

All’interno della mezzaluna fuori dall’area di rigore, posizioniamo 3 coni per simulare un ipotetico avversario.
Il primo giocatore che andrà al tiro si posiziona a 2m dai coni e fronte alla porta. I restanti giocatori si posizionano in diagonale a circa 6-8m da chi va al tiro

Chi ha la palla la trasmette al compagno posto davanti ai birilli, il quale esegue il controllo richiesto e va al tiro. Chi tira poi recupera il pallone e si porta in fila, mentre chi ha passato palla prende il posto del compagno al limite dell’area

Tecnica Applicata Il lavoro della punta Controllo Orientato e tiroo

I vari controlli

-Passaggio sul dx, apertura di interno dx e tiro di dx
-Passaggio sul sx, chiusura di esterno dx e tiro di dx
-Passaggio sul sx, chiusura di interno sx e tiro di dx
-Passaggio sul sx, controllo di sx dietro la gamba d’appoggio e tiro di dx
-Passaggio sul dx, controllo con la suola, vado via con l’interno sx verso dx e tiro di dx
-Passaggio sul dx, tocco sotto di prima intenzione a scavalvare l’ostacolo e tiro in porta di dx
-Passaggio sul dx, controllo d’interno in avanti, palla da una parte e attaccante dall’altra, tiro di dx

L’esercitazione andrà poi ripetuta dalla parte opposta, andando a calciare col sx

OSSERVAZIONI

-Il fatto che bisogna trasmettere la palla sul dx o sul sx del compagno, a seconda del controllo richiesto, permette di allenare anche l’attenzione selettiva di chi trasmette palla

-Andrà curata poi la rapidità d’esecuzione del tiro in porta, accorciando al minimo il tempo che intercorre tra controllo e tiro in porta. Una volta vidi un giocatore con trascorsi in serie D, venirsi ad allenare in seconda cateogria. La cosa che più mi colpì fu proprio la rapidità del gesto nel calciare in porta. Una differenza tra lui e gli altri giocatori che pareva stratosferica in poche frazioni di secondo..

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contributi di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio

 

Credit Immagine: http://i0.wp.com/teladoiolamerica.net/wp-content/uploads/2013/06/tevezmexico.jpg