Tecnica Applicata: Smarcamento Rottura, Primo Controllo e Conclusione Nell’articolo di oggi presento una proposta che ho portato sul campo con la mia squadra di Allievi… Continua »

Tecnica Applicata: Smarcamento Rottura, Primo Controllo e Conclusione

Nell’articolo di oggi presento una proposta che ho portato sul campo con la mia squadra di Allievi ma che a partire dalla categoria Giovanissimi, ritengo valida per tutte le altre categorie (a salire).
L’obiettivo tecnico dominante è il tiro in porta ma volevo inserire anche altri obiettivi.

Ho inserito ad esempio il primo controllo in corsa. Mi sono accorto negli anni dell’enorme differenza (e relativa difficoltà) tra eseguire un controllo orientato sul posto e eseguirlo in movimento. Chi esegue correttamente il primo, non è così scontato che padroneggi anche il secondo.

Ho inserito poi uno smarcamento di rottura, alle spalle di una “linea”, e successiva conclusione in porta dalla media distanza.

L’esercizio l’ho impostato sotto forma di competizione a squadre. La squadra che perde può eseguire una penitenza o partire con uno svantaggio di “X” gol nella partita finale.

Le due squadre si invertono i compiti a metà esercizio.

22

Squadra Gialla:
Giallo senza palla si muove incontro al compagno, riceve il passaggio, controllo orientato per “liberarsi” della sagoma e tiro in porta dal limite dell’area.

Non andare incontro lentamente e ricercare una buona rapidità d’esecuzione. Il che significa, sposto la palla e cerco di calciare in porta nel minor tempo possibile, riducendo quasi a zero il tempo che intercorre tra controllo e tiro.

Squadra Nera:
Gioco a muro con l’assistente (col mister o, in questo caso, avevo un giocatore che doveva svolgere un lavoro differenziato) e passaggio al compagno che si è portato tra le linee. Controllo orientato e tiro in porta dalla media distanza.

Portarsi tra le linee coi tempi corretti. Il che significa, in anticipo. Non trattandosi di un inserimento alle spalle dell’ultima linea ma tra le linee, l’intento è quello di scaglionarsi su altezze differenti. Dovrà seguire poi un controllo orientato funzionale alla conclusione in porta.

Credit Immagine: http://ep.imgci.com/PICTURES/CMS/58000/58067.3.jpg