Atletico Madrid + Le mie Varianti: Sequenze di Passaggi nella “Y” Siamo ormai giunti all’undicesimo articolo di alcuni esercizi che provengono dal settore giovanile dell’… Continua »

Atletico Madrid + Le mie Varianti: Sequenze di Passaggi nella “Y”

Siamo ormai giunti all’undicesimo articolo di alcuni esercizi che provengono dal settore giovanile dell’ Atletico Madrid e ai quali mi piace aggiungere nuove varianti per creare delle progressioni sviluppabili in più step. Progressioni che si concludono sempre con una fase in cui i giocatori possono realizzare ciò che preferiscono, utilizzando un linguaggio condiviso, percependo e analizzando le scelte dei compagni.

La figura geometrica di oggi è quella della Y, molto utilizzata in Spagna.
Il numero minimo di giocatori necessari è 10.

Lo step base è quello che si vede nella figura che segue

Atletico Madrid Sequenze di Passaggi nella Y

Il gioco parte dai due giocatori numero (1), entrambi in possesso di palla.
Dico fin da subito che le rotazioni sono molto semplici, in quanto dopo il passaggio si avanza di una posizione.
L’azione si conclude sempre col passaggio verso la fila opposta.
Ritornati nella posizione numero (1), si cambia fila, in quanto l’esercizio è caratterizzato da due sviluppi differenti.

I giocatori numero (1) passano la palla a (2).

Rossi:
(2) gioca a muro con (1) e quest’ultimo gioca sul lungo per (3).
(2) si porta in appoggio a (3), con quest’ultimo che chiede ed ottiene l’1-2 col compagno

Bianchi:
(1) passa a (2) che si orienta verso (3). Passaggio a (3) che riceve e aggira il compagno alle sue spalle prima di trasmettere alla fila numero (1) opposta.

Le mie Varianti

Step 1

Atletico Madrid Sequenze di Passaggi nella Y(2)

Rossi:

(1) trasmette a (2) che gioca a muro; (1) serve (3) sul lungo.
A questo punto abbiamo due possibilità (nota, ho inserito una sagoma): il giocatore (3) chiede ed ottiene l’1-2 (prendendo in mezzo la sagoma) con (2) che gli si porta in appoggio; oppure il giocatore numero (3) conduce ed effettua una finta sulla sagoma.

Sotto-step:

In un primo momento (2) si porta comunque in appoggio a (3) e sarà quest’ultimo a decidere; ma possiamo mettere la variante che sia (2) a decidere se portarsi in aiuto o meno del compagno. Nel caso non gli si faccia incontro, a (3) resterà solo la finta sulla sagoma

Bianchi:

(1) passa a (2) che si orienta verso (3) e gli trasmette palla.
Il giocatore numero (3) controlla e serve il compagno alle sue spalle che si inserisce

Step 2

Atletico Madrid Sequenze di Passaggi nella Y(3)

Rossi:

Il giocatore (1) gioca su (2) per il passaggio a muro; (1) trasmette sulla corsa di (3) che si inserisce per ricevere in anticipo sulla sagoma

Bianchi:

(1) gioca su (2) che si orienta su (3) e gli trasmette palla.
(3) gioca a sua volta su (2) che gli si porta in appoggio, il quale controlla e serve il secondo (3) che si inserisce per ricevere sulla corsa da (2)

Step 3

A questo punto lasciamo ai bianchi la possibilità di sviluppare, in autonomia, uno dei 3 step appena proposti dalla loro parte e stessa cosa varrà per i rossi.

Step 4

Concludiamo lasciando la possibilità di sviluppare in totale autonomia qualsiasi tipo di sequenza, mescolando soluzioni già provate dall’una e dall’altra parte o, ancor meglio, creandone di nuove.
Come ho detto in apertura di articolo, in questa fase risulterà importante utilizzare un linguaggio che sia condiviso e rispettare tempi di gioco e di inserimento.
Ultima regola che introduco è quella di non giocare palla su di un compagno fermo.

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi articoli di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook di Ideacalcio

Credit Immagine: http://www.thenational.ae/storyimage/AB/20140502/ARTICLE/140509849/AR/0/&MaxW=640&imageVersion=default&AR-140509849.jpg