Giochi: percorso coordinativo per il saltare e lanciare – “i ladri di frutta” – Premessa Quest’attività è particolarmente adatta per la Scuola Calcio, in particolare… Continua »

Giochi: percorso coordinativo per il saltare e lanciare – “i ladri di frutta” –

Premessa

Quest’attività è particolarmente adatta per la Scuola Calcio, in particolare quindi Primi Calci e Pulcini.
Può essere proposta come attività ludica e multilaterale nella messa in moto o può essere proposta nella fase dell’allenamento in cui vengono curate le capacità coordinative –> fase dell’allenamento che risulta ESSENZIALE in queste categorie

Svolgimento

Formiamo 2 squadre e disponiamole su 2 file. Ogni squadra sceglie poi un proprio elemento che andrà a giocare nella zona opposta del campo.
Al via dell’istruttore, i primi 2 allievi partono di corsa per eseguire un percorso coordinativo che vede principalmente lo sviluppo del saltare.
Gli allievi dovranno quindi saltare 2 ostacoli in successione, saltare sopra un plinto (panchina) e saltare verso il basso, eseguire poi 3 saltelli monopodalici col piede che desiderano.

Giochi Percorso Coordinativo per il Saltare e il Lanciare

Terminata questa prima parte, aggirano il proprio birillo e si dirigono verso il contenitore comune al centro tra i 2 campi, il “deposito di frutta” !!
I 2 ragazzi dovranno quindi prendere un “frutto” dal contenitore e dirigersi verso la zona rossa. I frutti non sono altro che delle palline di spugna o da tennis.

Tornati nella zona rossa dovranno lanciare la pallina verso il proprio compagno posto al di là di un muro (solamente una linea di gioco) e che regge tra le mani un contenitore (scatolone più o meno grande). Il compagno posto al di là del muro dovrà riuscire a prendere al volo la pallina lanciata dal compagno, facendola cadere dentro lo scatolone.
Lanciata la pallina, sia in caso di centro o meno, si torna alla propria fila e si da il “5” al compagno che parte.
Vince la squadra che riesce per prima a “rubare” un determinato num. di palline (5-8-10, dipende)

NOTE, OSSERVAZIONI E VARIANTI

-La distanza dalla zona rossa al compagno con lo scatolone dipende dall’età degli allievi. E’ chiaro che all’aumentare dell’età possiamo aumentare la distanza
-Le dimensioni dello scatolone influiranno sulla difficoltà dell’obiettivo

-La storia in breve: “dovremmo correre e saltare nel campo del contadino per rubargli i frutti e lanciarli oltre il muro al nosto compagno che dovrà prenderli al volo.. in caso contrario cadranno per terra e si romperanno”

-Se facciamo più manche di gioco cambieremo poi il compagno con lo scatolone
-Il gioco termina anche quando sono finite le palline nel magazzino. In quel caso vince la squadra che ne ha di più nello scatolone

-Possiamo anche cambiare il percorso coordinativo e lavorare su altri obiettivi

-Possiamo impostare l’attività adattandola al gioco del calcio. Si parte in guida della palla eseguendo magari uno slalom e alcuni esercizi tra i paletti, si aggira il cono rosso e si torna nella zona rossa. Quì si prende in mano il pallone e lo si calcia a parabola per il compagno “al di là del muro” che dovrà prenderlo al volo con le mani (non si usa più lo scatolone; schema motorio afferrare, più lettura delle traiettorie). 1 punto per ogni pallone preso al volo. L’esercizio può essere anche utile per individuare eventuali ragazzini che vogliono magari fare il portiere

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contributi di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio

Credit Immagine: http://www.aup.it/wp-content/uploads/2012/06/ladro00-seppia.jpg