Giochi: “Mucche contro Galline” Premessa Il gioco in questione è uno dei classici giochi che vengono proposti nella scuola primaria. L’ho sentito spesso chiamare in… Continua »

Giochi: “Mucche contro Galline”

Premessa

Il gioco in questione è uno dei classici giochi che vengono proposti nella scuola primaria. L’ho sentito spesso chiamare in modi differenti, “Il giorno e la notte”, “Frutta e Verdura” e “Mucche contro Galline. Il nome può cambiare ma il gioco è sempre quello.
Dalla versione base, io propongo poi numerose varianti che innalzano il carico cognitivo del gioco. Vedendo poi il video di un istruttore del Chievo Vr., mi ha offerto un primo spunto per applicare al calcio il gioco in questione

Svolgimento

Vediamo ora la versione base che viene proposta per il primo biennio nelle classi elementari.
I bambini vengono divisi in 2 file contrapposte, al centro del campo e a circa 5m di distanza tra le 2 file.
Ogni bambino avrà un avversario davanti a sè e per tutto il gioco dovrà contrapporsi solo al proprio avversario

Giochi Mucche contro Galline(4)

Una fila verrà indicata come la fila delle “Mucche”, mentre l’altra delle “Galline”.
L’istruttore quindi indicherà il nome di una delle 2 file. La fila che viene chiamata dovrà voltarsi e raggiungere la zona d’arrivo posta a circa 10m. La fila opposta invece dovrà toccare il proprio avversario diretto prima che questo superi il traguardo.
Chi viene toccato non viene eliminato dal gioco. Si può assegnare 1punto nel caso si riesca a raggiungere la linea senza essere toccati o 1punto ogni volta che si tocca il compagno prima che oltrepassi il traguardo.

Ad azione conclusa si torna velocemente verso il centro del campo e si riparte con un’altra chiamata dell’istruttore. Quindi esempio, l’istruttore chiama “Mucche”, la fila delle mucche si volta per raggiungere il traguardo mentre le galline corrono in avanti per cercare di toccare il proprio avversario

Nel corso degli anni e con un po’ di esperienza ho inserito

numerose varianti

-l’istruttore indica una direzione con le mani ma con la voce chiama l’altra direzione (quella vera)
-l’istruttore chiama altri animali prima di chiamare la vera fila che scappa
-alle file vengono ache assegnati i numeri 1 e 2, oltre che mucche e galline. L’istruttore potrà indicare l’animale o il numero

-alle file viene anche assegnato un colore, giallo o rosso. L’istruttore potrà indicare l’animale, il numero o il colore

Gli istruttori del Chievo, in un video, mi hanno dato anche l’idea per lavorare con la palla

-Dietro ad ogni bambino è posizionato un pallone. La fila indicata dovrà voltarsi, correre a raccogliere il proprio pallone e oltrepassare l’arrivo senza essere toccati dalla fila opposta che cerca di prenderci

Giochi Mucche contro Galline

-La fila indicata si volta, raccoglie il pallone e corre verso il traguardo. La fila opposta si volta anch’essa, raccoglie il proprio pallone e lo lancia per cercare di colpire il proprio avversario prima che superi l’arrivo

-La fila indicata si volta e coi piedi cerca di condurre la palla fino al traguardo senza essere colpiti dalla fila opposta (questa era la variante del Chievo)

Viene collocato un elastico su entrambe le metà campo. Un elastico legato tra 2 paletti e a circa 20-25cm d’altezza. La fila indicata dovrà voltarsi, recuperare il pallone coi piedi, guidarlo verso l’elastico, passare la palla sotto e saltare l’elastico per raggiungere il traguardo. La fila opposta cerca di colpire il proprio avversario lanciando la palla con le mani

Giochi Mucche contro Galline(2)

-Come precedente ma la fila che lancia la palla potrà farlo solo dopo aver saltato l’elastico della squadra avversaria

-La fila indicata si volta, recupera il pallone coi piedi, lo guida verso l’elastico, lo salta e calcia in una delle 3 porticine senza entrare nella zona rossa. La fila opposta recupera il pallone e cerca di colpire l’avversario (superando o no l’elastico della squadra avversaria)

Giochi Mucche contro Galline(3)

-A quest’ultima variante possiamo aggiungere una casacca colorata legata sopra ad ogni porticina. L’istruttore, mentre i ragazzi si voltano, indicherà il colore della porticina nella quale segnare

-Variante all’ultima proposta, indica il colore della porticina sulla quale non si può segnare

OSSERVAZIONI

Il gioco, oltre ad essere molto divertente in sè, ci permette di allenare la reazione motoria, la capacità di reagire prontamente ad uno stimolo esterno. Inoltre, grazie alle tante varianti che ho proposto, c’è la possibilità di sbizzarrirsi in tutti i modi, modulando il carico cognitivo a seconda dell’età dei bambini con cui si lavora

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contributi di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio che puoi trovare a questo link

photo credit: Skiwalker79 via photopin cc