Esercitazione Posizionale 8v6 – Mantenimento, Preparazione, Affondo – Evoluzione II L’articolo di oggi è una rivisitazione di una mia vecchia proposta datata 2012. Lo step… Continua »

Esercitazione Posizionale 8v6 – Mantenimento, Preparazione, Affondo – Evoluzione II

L’articolo di oggi è una rivisitazione di una mia vecchia proposta datata 2012.
Lo step di oggi è il terzo di tre articoli che ho riproposto la scorsa settimana.

Per rivedere lo step base potete cliccare su questo Link
Per rivedere lo step 1 potete cliccare su questo Link

Questa esercitazione, strutturata in 3 step, l’avevo utilizzata e sviluppata sul campo con una categoria Juniores e a mio avviso può essere rivolta alle categorie Allievi, Juniores e prime squadre.

Le dimensioni del campo di gioco che avevo utilizzato erano metà campo, con la zona centrale di 40×30 (vedi fig.).
Nota: come dico sempre, le dimensioni sono solo indicative, devono sempre tener conto delle capacità/livello della propria squadra.

Nella zona centrale la squadra Blu si dispone a seconda del proprio sistema di gioco, in figura è rappresentato un 4-2-3-1 con l’ esclusione dei due difensori centrali, ma è possibile schierare i blu a seconda del proprio sistema di gioco.
La squadra blu si schiera quindi con 6 elementi all’interno del campo di gioco più 2 terzini che giocano come sponde sui lati lunghi.

L’obiettivo per la squadra blu, in superiorità numerica, è quello di mantenere il possesso sulla 3/4 offensiva per poi ricercare una combinazione per attaccare la zona cieca (spazio alle spalle dei difensori), ostacolati da 4 difensori e dai 2 centrocampisti rossi.

La squadra rossa si schiera con 4 difensori e una coppia di centrocampisti centrali.
La squadra rossa può difendere solamente nella zona centrale, ad esclusione di quando i blu decidono di “sfondare” coi 2 terzini per vie laterali.
In figura sono mostrate le uniche 2 soluzioni in cui è permesso ai blu lo “sfondamento” per vie esterne:
-il terzino gioca nel mezzo per 7 o 10, scarico su un centrocampista e palla in profondità sulla fascia (giocata di dx);
-esterno alto che crea spazio e terzino che attacca la profondità, con le tempistiche corrette, per ricevere (giocata di sx);

Gioco di posizione 8v6 più 1 Tenere il possesso sulla trequarti per poi attaccare la zona cieca EVOLUZIONE II

Se la squadra rossa riesce a recuperare palla, potrà verticalizzare sulla propria punta che gioca fuori dalla zona centrale, la quale a sua volta avrà il compito di finalizzare nella porta difesa dal portiere blu (i blu possono ripiegare o meno, a discrezione dell’allenatore).

L’esercizio pone in rilievo il mantenimento del possesso in spazio ridotto, in superiorità numerica e a ridosso dell’area avversaria.
Le soluzioni che maggiormente verranno ricercate saranno quelle dell’1-2, gli inserimenti oltre la linea di un centrocampista, i tagli e la palla filtrata per attaccare la zona cieca, gli interscambi di posizione durante il mantenimento del possesso al fine di non dare punti di riferimento statici alla squadra avversaria.

Sul recupero del pallone da parte dei rossi, si ricerca l’immediata aggressione-pressione in avanti per impedire la verticalizzazione e sull’eventuale palla riconquistata (da parte dei blu) il possesso andrà possibilmente consolidato con un passaggio di scarico o in ampiezza.

Osservazioni

I due esterni bassi blu giocano in massima ampiezza in fase di possesso, giocando come sponde, ma sulla perdita del pallone possono entrare, stringere verso il centro, per partecipare all’azione di riconquista.

E’ possibile schierare un ulteriore difensore blu che fungerà da ulteriore sostegno all’azione e che avrà l’ulteriore compito di marcare preventivamente l’attaccante rosso.

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contributi di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio che trovi a questo Link

photo credit: OHNo! via photopin (license)