Esercitazione posizionale per il modulo 4-2-3-1. Lavoro sui tagli Campo di gioco 50×40 diviso in 3 settori. Le dimensioni possono comunque variare a seconda della… Continua »

Esercitazione posizionale per il modulo 4-2-3-1. Lavoro sui tagli

Campo di gioco 50×40 diviso in 3 settori.
Le dimensioni possono comunque variare a seconda della qualità del proprio gruppo di lavoro.
Esercitazione che utilizzerei non prima dell’attività agonistica.

Due giocatori rossi in Zona 1(centrocampisti)e coadiuvati da una sponda a sostegno (dif. centrale) saranno ostacolati da 2 difensori blu.
L’obiettivo dei rossi in zona 1 sarà la verticalizzazione in Zona 2, o sul compagno nel mezzo (trequartista) o sui due compagni sull’esterno (ali) che entrano a ricevere o che rimangono larghi, a loro discrezione.

Gioco di Posizione per 2-3-1 Lavoro sui Tagli

Questo è uno degli aspetti più importanti dell’esercitazione: le ali hanno diverse possibilità
1- entrare per ricevere tra le linee
2- rimanere a ricevere in ampiezza
3- ricevere in ampiezza e col primo controllo (controllo orientato) entrare dentro il campo

L’indicazione in linea di massima è che con palla al centrocampista centrale di dx, l’ala dx entra a ricevere mentre l’ala sx rimane larga per il cambio gioco; viceversa con palla al centrocampista centrale di sx

In Zona 2 troviamo altri 2 difensori.

I giocatori rossi in Zona 2 dovranno effettuare almeno 1 passaggio tra di loro prima di giocare palla alla punta in Zona 3. Quest’ultima sarà supportata dall’ala opposta alla provenienza del passaggio per giocare un 2v1 contro l’ultimo difensore.

Obiettivo finale è segnare nella porta difesa dal Portiere

Varianti:

entrambe le ali si inseriscono, creando un 3v1

-inserire un altro difensore in Zona 3, giocando così un 3v2 o un 2v2 a seconda di quante ali potranno inserirsi

non è più obbligatorio il passaggio all’interno della zona 2

-possibilità di inserimento, senza palla, per uno dei 2 centrocampisti centrali

Osservazioni

Dare molta importanza ai tempi degli inserimenti, soprattutto tra le linee.

Prestare molta attenzione ai movimenti contrari, lungo-corto , fuori-dentro, per non dare possibilità al difensore di recuperare palla.

Il trequartista in zona 2 dovrà costantemente adattare la sua posizione rispetto alla posizione della sfera finchè questa staziona in zona 1. Egli dovrà infatti assumere una postura che gli permetta di vedere la palla e la successiva giocata. Dovrà quindi evitare di farsi trovare spalle alla porta.

I centrocampisti rossi in zona 1 dovranno osservare il comportamento dei due difensori blu in zona 2, valutando se questi marcano da vicino il trequartista o se “marcano lo spazio”, cercando di chiudere il passaggio verso i due esterni.

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contenuti di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio che trovi a questo Link

Credit Immagine: http://images2.corriereobjects.it/Primo_Piano/Sport/Speciali/2013/confederations-cup/gallery/spagna-italia/spagna-italia/img_spagna-italia/itaspa_02_941-705_resize.jpg?v=20130627221446