Possesso Palla o Gioco di posizione - Obiettivo Transizione e Contrattacco

Possesso Palla – Gioco di posizione 6v3 e Transizione

La struttura dell’esercitazione è quella che si vede nella prima figura.

Possesso Palla 6v3 e contrattacco

Giocatori necessari: almeno 12 + 2 portieri

Campo di gioco di dimensioni variabili, a seconda del numero di giocatori e della valenza organica che si intende dare all’esercitazione. Più grande sarà e più l’esercitazione diverrà impegnativa dal punto di vista fisico.

Ho schierato le 2 squadre col 4-3-3 ma possiamo svolgere l’esercitazione con qualsiasi altro modulo. Ogni squadra avrà 3 giocatori che fungeranno da sponde e i restanti si posizionano nel mezzo. In figura quindi abbiamo le 2 ali e il mediano come sponde e le 2 mezz’ali e la punta all’interno. Nel 4-2-3-1 possiamo schierare come sponde le 2 ali e 1 difensore centrale e all’interno giochiamo 4v4 (2 centrocampisti, trequartista e punta). La scelta del modulo quindi non varia l’esercitazione

L’esercitazione comincia col possesso palla in favore dei rossi. Questi dovranno quindi mantenere il possesso con l’aiuto delle 3 sponde che giocano possibilmente ad 1 tocco, massimo 2. L’obiettivo è quello di segnare nella porta difesa dal portiere.

Alle 2 sponde laterali possiamo dare anche 2 ulteriori possibilità:

-Esterno che riceve ed entra col primo controllo di palla. Entrato dentro creerà superiorità nel mezzo ma potrà giocare ad un massimo di 2 tocchi, ricercando la conclusione o un 1-2 col compagno per andare al tiro. Nella zona centrale non potranno entrare i 2 esterni contemporaneamente (o uno o l’altro). Quindi se l’azione si prolunga l’esterno dovrà ritornare nella sua posizione

Possesso Palla 6v3 e contrattacco(2)

-Esterno che s’inserisce e riceve nello spazio (TAGLIO) per andare alla conclusione. Se non riceve rientra immediatamente nella sua posizione

Possesso Palla 6v3 e contrattacco(3)

L’obiettivo della squadra bianca sarà invece quello di recuperare palla e trasmetterla ad una delle proprie sponde nell’altra metà campo, spostandosi poi il più velocemente possibile per ricostituire il 6v3, a loro favore, nell’altra metà campo appunto.

A questo punto si sposteranno nell’altra metà campo i 3 bianchi e i 3 rossi nel mezzo

Possesso Palla 6v3 e contrattacco(4)

NOTE E VARIANTI

Sul primo passaggio dei difensori verso una propria sponda, quest’ultima non può entrare per andare a fare gol

– In caso di gol abbiamo 2 possibilità. L’azione riparte dalla sponda, che gioca come vertice basso, della squadra che ha segnato il gol o dalla sponda che ha subito il gol. Questo cambia molto le cose. Infatti nel caso che il gioco riprenda dalla squadra che ha segnato, l’attacco sarà incentivato alla realizzazione della rete anche in tempi brevi. Nel caso contrario, quando le sponde ricevono palla dai compagni nell’altra metà campo, dovranno mantenere il possesso dando la possibilità ai propri 3 compagni nel mezzo di ripiegare e di recuperare dallo sforzo fatto per recuperare la palla e ripiegare nell’altro campo. In caso di gol “veloce” il gioco poi riprenderebbe dal vertice basso opposto e i bianchi sarebbero chiamati ad un ulteriore cambio di campo in condizioni di fatica

– Come si vede in figura, tra le 2 metà campo vi è una zona franca. Questa può essere di 5m, il minimo per posizionare le 2 porte, o di dimensioni maggiori. Aumentando la grandezza della zona franca aumenteremo il lavoro fisico delle 2 squadre

– Possiamo svolgere l’esercitazione come un normale possesso palla. Posizioniamo 3 sponde e i restanti giocatori nel mezzo. Ogni 3′ cambiamo le sponde. Con questa possibilità possiamo richiedere un maggior lavoro fisico a tutti i componenti della squadra

– Per rimanere ogni giorno aggiornati sui nuovi contributi di Ideacalcio seguimi alla pagina Facebook Ideacalcio che puoi trovare a questo link

photo credit: gato-gato-gato via photopin cc