Allenare il 4-3-3 in Fase di Non Possesso

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Allenare il 4-3-3 in Fase di Non Possesso

Giocatori impiegati: almeno 10
Campo di gioco: lavoriamo in ampiezza, direi sui 40-45m, come profondità direi di stare sui 30-35m, campo diviso orizzontalmente in 2 metà

Ai 4 angoli del campo posizioniamo 4 porticine

Fase di non possesso nel 4-3-3

I rossi iniziano in fase di possesso in una metà campo e giocano 4v1 (riferimento avanzato della squadra blu) con l’obiettivo di conquistare la metà campo offensiva.
A questo punto verranno contrastati da 3 avversari blu, i nostri 3 centrocampisti nel centrocampo a 3, e il loro obiettivo (dei rossi) diventerà quello di segnare in una delle 2 porte laterali.

Attenzione però che i blu non giocheranno in inferiorità numerica (3v4), bensì saranno aiutati dal rientro di una delle 2 ali, quella sul lato debole, che entra dentro il campo per aiutare i compagni. L’altra ala blu rimane sull’esterno.

L’esercitazione mette in rilievo il lavoro in fase di non possesso dei 3 centrocampisti, più il ripiegamento sul lato debole dell’esterno alto.

Sul recupero palla della squadra blu possiamo lavorare in diversi modi:

-mantiene il possesso in situazione di 6v4, potendo giocare 4v4 nella metà campo difensiva e potendo contare sull’aiuto delle 2 sponde che restano, ossia il riferimento avanzato e l’altro esterno. Le sponde possono giocare a 1 o 2 tocchi. La squadra blu dovrà raggiungere un bonus di passaggi per guadagnare 1 punto (8-10-..) e a punto ottenuto si riparte col possesso dei rossi dalla loro metà campo

-mantiene il possesso in situazione di 4v4

-cerca la via del gol in una delle 2 porticine della squadra rossa. Ricerca quindi la verticalizzazione per uno dei 2 elementi esterni (riferimento avanzato ed esterno che era rimasto fuori) che andranno alla conclusione ad un max di 2 tocchi e potendo combinare tra loro.
In questo modo lavoreremo anche sulla transizione negativa della squadra rossa. Infatti, sulla perdita del possesso, non dovranno indietreggiare (non potendo difendere nella loro metà campo), bensì avanzare sul neo possessore e sugli appoggi più vicini per impedirgli la verticalizzazione

Varianti

-Possiamo modificare/condizionare il numero di tocchi per la squadra rossa. Possiamo vincolarli solo nella metà campo difensiva e lasciarli liberi in quella offensiva, o viceversa

-Possiamo far ripiegare l’esterno sul lato forte e non quello sul lato debole

-Possiamo far ripiegare entrambi gli esterni. In questo caso posizioniamo un ulteriore attaccante rosso (già posizionato nella metà campo offensiva) e giochiamo 5v5

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contenuti di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio che trovi a questo link

photo credit: proforged via photopin cc

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

4 commenti

  1. Ancora una volta t chiedo un chiarimento, una volta palla ai blu scegliendo l attacco alle porticine quindi un 6vs4 nn potremmo invece chiedere ai rossi di indietreggiare fungendo da linea difensiva a 4? Te lo chiedo anche perche’avendo a disposizione solo meta campo per esercitazioni viene difficile e dispersivo lavorare su tt I reparti contemporaneamente.grazie

  2. Un altro consiglio/commento , potendo appunto usare solo meta’campo secondo te potrei proporre un 7vs4? Mi spiego meglio, I rossi ad esempio, portiere+4difensori+3centrocampisti.i blu 3 centrocampisti +3sponde , un attaccante piu due esternii.i rossi con lo scopo di allenare il giro palla e I triangoli tra dif.e centr.magari stabilendo un tot di tocchi per fare punto.i blu con I tre centrocampisti che devono recuperare palla sui 3 centrocampisti cn la sponda davanti che si posiziona tra I 2 centrali e chiude lo scarico sul cc, una volta recuperata palla giocano cn le tre sponde curando I tagli degli esterni e le sponde dell attaccante.che ne pensi? Potrebbe essere giusto?

    • l’esercitazione viene un po’ “stravolta” ma.. mi piace, mi sembra anche questa un’ottima idea. io questa l’ho proposta anni e anni fa, non ricordo nemmeno più com’era venuta 🙂

Leave A Reply