Il 3-5-2 della Juve visto in Celtic-Juventus del 12/02/2013 Premessa Mentre guardavo in diretta la partita in questione ho segnato alcuni degli sviluppi in fase… Continua »

Il 3-5-2 della Juve visto in Celtic-Juventus del 12/02/2013

Premessa

Mentre guardavo in diretta la partita in questione ho segnato alcuni degli sviluppi in fase offensiva della Juventus di Antonio Conte. Nelle rappresentazioni grafiche che ho fatto vi chiedo di non badare alla disposizione dei giocatori non impiegati nello sviluppo in esame. Avessi dovuto sistemarli centimetro per centimetro c’avrei messo un mese e già così non c’ho messo poco 😉

Disposizione

La Juventus si schiera con un 3-5-2 che visualizzato in maniera “statica” è quello che si vede nella prima figura.
Buffon in porta, linea difensiva a 3 con Barzagli-Bonucci-Caceres. Ad agire sugli esterni Peluso e Lichsteiner mentre al centro agiscono Vidal-Pirlo-Marchisio. Coppia in attacco Matri-Vucinic

Celtic - Juve 3-0

FASE DIFENSIVA

La fase difensiva fa del pressing e dell’aggressione in avanti sul portatore uno dei suoi punti di forza. Un po’ se vogliamo come il Barcellona di Guardiola, questa Juve attacca anche in fase di non possesso palla, ricercando l’immediata aggressione sul portatore e sugli appoggi più vicino ad esso quando viene a perderne il possesso.
Qualcuno sostiene che non è proprio una difesa a 3 in quanto in fase di non possesso e a squadra schierata la linea diventa a 5 ed effettivamente è quello che si verifica con Lichsteiner e Peluso ad abbassarsi sulla linea di difesa

Celtic - Juve 3-0(2)

Io ritengo che siano solamente numeri. Poco importa se a momenti è a 3 o a 5, credo sia molto più importante valutare la disposizione in base alla situazione di gioco o all’evolversi della partita.
Altro aspetta che va sicuramente rimarcato e che è senz’altro da attribuire all’allenatore è la volontà-capacità di SACRIFICARSI. Questo aspetto, caratteristico delle squadre di successo (Inter del triplete solo per citarne una), è a mio avviso merito di Antonio Conte, abile a far calare ogni giocatore nel contesto tattico e a dare un’impronta di gioco ben definita. La Juventus, vista in questi due anni, ha dimostrato una facilità di corsa e di intensità che le hanno assicurato buona parte dei suoi successi

FASE OFFENSIVA

# L’avvio della costruzione della manovra avviene prevalentemente rasoterra, col passaggio corto del portiere in favore di uno dei 3 difensori o per Pirlo che s’abbassa. I due difensori esterni si aprono ai lati dell’area mentre Bonucci rimane in posizione centrale, leggermente defilato verso la parte opposta. Nel caso che tutte e 4 le soluzioni sul corto fossero chiuse, si ricerca il lancio lungo su uno dei 2 laterali che si alzano in prossimità della metà campo

Celtic - Juve 3-0(3)

NOTA:
Sulla palla giocata dal portiere su barbagli molto spesso Vidal si allarga di più e Lichstainer si alza molto in modo da creare superiorità numerica in fascia. Pirlo si abbassa incontro e Marchiso si prepara a ricevere lo scarico della punta

# Il difensore debutato alla costruzione sul lungo è senza dubbio Bonucci. Nella partita in questione si è vista in un paio di circostanze le giocata che segue:
Scarico da destra di Barzagli per Bonucci che di prima intenzione cambia gioco per Peluso

Celtic - Juve 3-0(4)

Vediamo ora altre possibili soluzioni sempre in fase di possesso

# Laterale (Lichsteiner) che porta palla all’altezza della metà campo. Vidal entra tra le linee e Barzagli garantisce il sostegno all’azione. Si viene quindi a creare un triangolo di gioco (catena di destra)

Celtic - Juve 3-0(5)

# Con palla in possesso di Pirlo (abile a giocare sia sul corto che sul lungo con la stessa facilità) questi indirizza il gioco verso una delle 2 corsie. La mezz’ala corrispondente si allarga in ampiezza e l’esterno di centrocampo attacca la profondità in fascia. Nel tempo di passaggio da mediano a mezz’ala s’inserisce il laterale

Celtic - Juve 3-0(6)

# Difensore Laterale in possesso di palla (Caceres), questo serve la punta che viene incontro, scarico sulla mezz’ala e palla sull’inserimento del laterale

Celtic - Juve 3-0(7)

# Ancora Bonucci alla verticalizzazione. Lancio per Matri che s’appoggia su Vucinic mossosi a sostegno. Matri attacca la profondità per ricevere la verticalizzazione del compagno d’attacco. Giocata in velocità tutta di prima

Celtic - Juve 3-0(8)

# Ancora Pirlo, questa volta a giocare sul lungo. Giocata che sè vista più volte durante questa partita e che ho osservato anche durante il campionato. Passaggio orizzontale (in totale sicurezza, senza avversari) di Vidal per Pirlo e giocata di prima intenzione in verticale per le punte che attaccano la profondità

Celtic - Juve 3-0(9)

# Mezz’ala (Marchisio) che s’inserisce creando spazio per il movimento incontro della punta (Vucinic) che chiude la triangolazione con la mezz’ala nello spazio

Celtic - Juve 3-0(10)

# Esterno che porta dentro palla (Peluso). Punta incontro con la mezz’ala che va dentro. Giocata della punta nello spazio per la mezz’ala ( ancora Vucinic per Marchisio)

Celtic - Juve 3-0(12)

# Difensore di centro dx (Barzagli) che sale palla al piede con Lichsteiner che attacca la profondità in fascia. Barzagli gioca sulla mezz’ala (Vidal) che a sua volta serve la punta mossasi incontro e che chiude la giocata su Lichsteiner

Celtic - Juve 3-0(11)

# L’ultima situazione che vi propongo vede l’esterno (Peluso) al cross con Matri ad attaccare l’area piccola e Vucinic a rimorchio. Si noti anche come il laterale opposto stringa la sua posizione portandosi in area

Celtic - Juve 3-0(13)

NOTE E OSSERVAZIONI

Non ho certo la presunzione di dire “ecco, la Juve gioca così”. Questo mio articolo l’ho preparato per condividere con voi quello che ho potuto vedere visionando (scusate il gioco di parole) la partita in diretta e quindi qualcosa mi è certamente sfuggito

Per rimanere ogni giorno aggiornati sui nuovi contributi di Ideacalcio seguimi alla pagina Facebook Ideacalcio

Credit Immagine: http://img.uefa.com/imgml/TP/teams/squad/2013/656×369/50139.jpg