Avendo visto diverse statistiche e letto “qualcosina” sulle squadre approdate ai quarti di Euro 2012, ho deciso di scrivere un’ articolo con quelli che potrebbero… Continua »

Avendo visto diverse statistiche e letto “qualcosina” sulle squadre approdate ai quarti di Euro 2012, ho deciso di scrivere un’ articolo con quelli che potrebbero essere gli scenari sul campo.

SPAGNA – FRANCIA

La compagine Spagnola ha senza ombra di dubbio la percentuale più alta di possesso palla tra tutte le squadre che hanno superato il girone di qualificazione (ben il 71% a partita) ma si troverà di fronte una Francia che ama giocare a calcio e che è seconda per possesso palla solo agli Spagnoli ( 58%).
Già solo con questa considerazione ci si potrà attendere una bellissima partita, con due squadre impegnate e volenterose nel giocare a pallone e per nulla rinunciatarie.
Altro dato che impressiona è l’alto numero di passaggi riusciti, 89,8% a partita per gli Spagnoli contro l’88,2% dei Francesi. Due squadre che come detto amano il fraseggio e la costruzione sul corto, difatti il numero di lanci per entrambe le squadre è basso rispetto alle altre nazionali ( 7,2 % Spagna, 8,2% Francia).
Certo è che scontrarsi coi campioni del mondo e d’europa nel loro stesso “suolo” (possesso palla) potrebbe essere un ‘azzardo per gli uomini di Blanc.
Altro dato curioso è la percentuale di contrasti aerei vinti, difatti sono ancora gli Spagnoli ad avere la meglio (51,3% contro il 48,6%).
Alcune statistiche molto vicine sono invece il numero di contrasti che è pressochè identico ma leggermente in favore degli spagnoli (55 a 52), mentre per quelli vinti la percentuale è leggermente in favore dei Francesi ( 78,9% contro 78,2%).
Il numero di tiri è di 45 Spagna contro il 42 della Francia ma con una percentuale di tiri nello specchio molto più elevata per i primi ( 64,4% contro il 50%).
Un dato su cui dovrà riflettere Del Bosque è invece l’elevato numero di cross dei Francesi, 41 (contro i 30 della Spagna), anche se solo 1 su 5 va a buon fine ( 8 riusciti).
Dei 6 gol realizzati dalla Spagna (fin qui miglior attacco) il 100% è stato realizzato da dentro l’area di rigore, mentre la Francia risponde con un 2 su 3 (3 reti complessive).

Durante le qualificazioni ad Euro 2012, sono emersi altri dati interessanti:

SPAGNA: Come già detto le verticalizzazioni sono pochissime e stupisce come il recupero del pallone avvenga per lo più nella metà campo offensiva. Questo anche grazie ai blocchi Barca-Real che fanno del recupero immediato del pallone un credo tattico anche nel loro club

FRANCIA: Come già detto stupisce l’elevato numero di palloni giocati durante le qualificazioni, 800 a partita (contro i 720 dell’Italia) ma un dato “curioso” è che i Francesi si difendono a ridosso dell’area di rigore, lasciando solo 15,3m alle loro spalle. Francia che ama giocare di sponda grazie a Benzema, abile a saper sfruttare gli inserimenti dei 3 trequartisti (4-2-3-1). Infine da segnalare M’Villa, nuovo talento del calcio Transalpino, che tocca quasi 90 palloni a partita