Quarti di Finale Euro 2012 : Rep. Ceca – Portogallo , Analisi tattica Andando a leggere le statistiche di queste prime 3 partite del girone,… Continua »

Quarti di Finale Euro 2012 : Rep. Ceca – Portogallo , Analisi tattica

Andando a leggere le statistiche di queste prime 3 partite del girone, il dato che più mi ha colpito è il dato del possesso palla relativo al Portogallo, 40%..Si intuisce bene che i Portoghesi non amministrano la gara e i 700 palloni giocati a partita ne sono una dimostrazione così come la percentuale di passaggi riusciti, solamente il 76%. Di contro i Portoghesi si troveranno una Rep. Ceca che invece proverà a fare la partita, 51% la media del possesso palla nel girone e con una percentuale di passaggi riusciti superiore al Portogallo (80,5%).
Entrambe le squadre ricorrono alla verticalizzazione, 12% per la Rep.Ceca contro il 13,3% del Portogallo. Ed è su questo dato che i Lusitani contano di mettere in difficoltà gli avversari, con le verticalizzazioni per Ronaldo e Nani, devastanti in campo aperto.
Altro dato che salta subito all’occhio è il numero di cross effettuati dal Portogallo, ben 51, il numero più alto tra le squadre approdate ai quarti, ma con soli 5 cross riusciti ( 1 su 10 in pratica). Ecco quindi che con la difesa avversaria schierata, i Portoghesi prediligono la rifinitura per vie laterali, grazie all’ottima qualità dei loro esterni d’attacco.
Sempre in riferimento ai cross, la Rep. Ceca vanta un alto numero di cross riusciti, ben 9 su 38.
Dove il Portogallo può andare in difficoltà? In fase di non possesso..difatti è la squadra col minor numero di contrasti vinti tra quelle approdate ai quarti, solamente il 65,9% contro il 75,6% dei Cechi.

DURANTE LE QUALIFICAZIONI AD Euro 2012:

REP.CECA: Durante le qualificazioni il punto di forza della Rep. Ceca è stata la capacità di difendersi ad imbuto davanti l’area di rigore a protezione di Cech e una volta riconquistata palla aprire indifferentemente a dx o a sx, prediligendo il fraseggio corto e passaggi sicuri.

PORTOGALLO: Squadra che sfrutta quasi totalmente l’ampiezza del campo (difatti i 51 cross effettuati fin qui all’Europeo ne sono una prova). Portogallo che rifinisce coi cross quando l’azione si sviluppa in modo corale, mentre sfrutta al meglio le verticalizzazioni non appena se ne presenta la possibilità.
La coppia centrale, Pepe e B.Alves, è forte sulle palle alte ma molto macchinosa se viene attaccata palla a terra