Sviluppo del Gioco nel Barcellona di Guardiola Anche se può sembrare un argomento un po’ datato, ritengo utile aprire una “finestra temporale” per rivedere alcune… Continua »

Sviluppo del Gioco nel Barcellona di Guardiola

Anche se può sembrare un argomento un po’ datato, ritengo utile aprire una “finestra temporale” per rivedere alcune caratteristiche del Barcellona di Pep Guardiola, a mio modo di vedere, la più grande squadra che ho visto scendere in campo.

L’obiettivo dell’articolo è solamente quello di riproporre un “qualcosa” di così piacevole da vedere, da non dover essere dimenticato.
Nel vedere le partite del suo Bayern, non si possono non notare alcuni tratti distintivi del suo (Guardiola) stile di gioco.

Lo schieramento del primo Barcellona di Guardiola era il 4-3-3, marchio di fabbrica per tutto il settore giovanile.

Barcellona di Guardiola

La costruzione dal basso era rigorosamente rasoterra, col portiere che poteva giocare su uno dei 2 difensori centrali, aperti in prossimità dei vertici dell’area di rigore, o sul mediano che s’abbassava fin quasi sulla linea dei difensori.

Come si vede nella prima figura, il difensore centrale, ricevuta palla, aveva a disposizione non poche soluzioni di gioco per avanzare e grazie all’ottima predisposizione di Victor Valdes, poteva contare anche su un ottimo riferimento a sostegno.

-Il portiere comincia quindi con un passaggio verso 5 o 6
-Nessun passaggio rischioso in fase di impostazione, passaggi sicuri
-Il portiere viene utilizzato come “scarico”
-La semplicità è la chiave per poter avanzare
-Girare palla pazientemente per trovare il momento opportuno per servire i propri attaccanti

-Se 4 è marcato, ruota creando spazio a 10 che s’abbassa in posizione di mediano

Barcellona di Guardiola(2)

-Tutti e 3 i giocatori possono ruotare nella posizione di mediano (4)
-E’ 4 a dettare questo movimento, 8-10 devono seguire il movimento
-Il mediano può andare anche in 8, 8 in 10, 10 in 4

-Se 4 non può avanzare, usa 5 e 6 per farlo (per conquistare spazio)

Barcellona di Guardiola(3)

-Con l’avanzamento palla al piede di 5, 7 entra, 2 vede lo spazio creato e s’inserisce, 10 va ad occupare la posizione lasciata libera in fascia

Barcellona di Guardiola(4)

-Se 5 non trova soluzioni, può cambiare gioco per 11.. direttamente (cambio gioco) o utilizzando 8

In fase di possesso si distinguono due fattori chiave:

-Correre dietro la linea (attaccare lo spazio alle spalle dei difensori)
-Passare dietro la linea (ricerca di passaggi utili ad innescare gli inserimenti dei compagni)

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contenuti di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio che trovi a questo link

Credit Immagine: http://calcio.befan.it/files/2012/09/pep.jpg