Esercitazione posizionale impostata per un 4-2-3-1 Oggi rivediamo una proposta che avevo proposto ormai tre anni fa con una squadra Juniores. Si tratta di un’esercitazione… Continua »

Esercitazione posizionale impostata per un 4-2-3-1

Oggi rivediamo una proposta che avevo proposto ormai tre anni fa con una squadra Juniores.
Si tratta di un’esercitazione posizionale ideata e strutturata per lavorare sul sistema di gioco 4231.

Il numero di Giocatori necessari è di 14 + portiere
All’interno del campo di gioco abbiamo una situazione di 6v4 (blu contro rossi) + 4 sponde (gialle).
I 4 esterni gialli fanno da sponde attive con la squadra in inferiorità nel mezzo, i rossi. Le sponde restano sul lato e dentro si gioca 6v4 in favore dei blu.

L’obiettivo della squadra rossa è il recupero del pallone per poi effettuare un possesso palla in superiorità numerica con l’aiuto delle sponde, giocando quindi in situazione di 8v6 a loro favore.

Note: deve essere data notevole importanza alla fase di non possesso, richiedendo costante pressione sul portatore da parte del giocatore più vicino, coi compagni che accorciano gli appoggi più vicini

I blu dovranno invece sfruttare la superiorità numerica, nella zona centrale, per mantenere il possesso e creare i presupposti per l’affondo (attacco alla porta difesa dal portiere) dopo almeno 8 passaggi consecutivi. Quando i blu verticalizzano per attaccare la porta, solo 2 rossi ne potranno contrastare l’azione dentro l’area.

Esercitazione di posizione e lavoro a pressione 6v4 4

Le sponde non possono ostacolare l’attacco alla porta e finchè la palla rimane nella zona centrale, tutti e 4 i “cacciatori” potranno intervenire.
Ogni 2-3′ si cambiano le sponde; i rossi escono e i gialli entrano. Le sponde giocano ad un massimo di 2 tocchi
E’ possibile invertire i compiti delle due squadre a metà esercitazione. I tempi di lavoro e di recupero sono variabili a seconda della categoria.

Varianti

– le sponde giocano a 1 tocco
– possiamo limitare i tocchi all’interno della zona centrale
– inizialmente possiamo impedire la difesa della porta da parte della squadra rossa/gialla.
– possiamo dare delle “tracce” alla squadra blu per attaccare la porta
– le squadre rossa e gialla guadagnano 1 punto eseguendo 10 passaggi consecutivi

Osservazioni

-Sulla perdita del possesso da parte dei blu, si ricerca l’immediato recupero per non permettere alla squadra rossa di consolidare il possesso con un passaggio “fuori”.
-L’esercitazione può essere adattata anche su altri sistemi di gioco

-Troppo spesso, raggiunti gli 8 passaggi necessari per poter attaccare la porta, la squadra cerca immediatamente la verticalizzazione. Lo scopo dell’esercitazione è invece quello di mantenere il possesso sulla 3/4 offensiva, senza frenesia, ricercando il momento migliore per la verticalizzazione/affondo

-La squadra in difesa nel mezzo, una volta recuperato il pallone, dovrà gestire il ritmo del possesso per recuperare fisicamente dallo sforzo fatto (per recuperarlo)

Per rimanere ogni giorno aggiornati sui nuovi contributi di Ideacalcio seguimi alla pagina Facebook Ideacalcio che trovi a questo Link

Credit Immagine: http://www.calciomercato.napoli.it/wp-content/uploads/2013/05/benitez1.jpg