Dalla Spagna: "Rondo" 6v2, Offriamo supporto costante..

Possesso 6v2

Premessa

Prima di addentrarci nell’esercitazione, molto semplice nella sua struttura, è doveroso sottolineare come il vero valore (l’importanza) non risieda nella complessità dell’esercizio, bensì nelle direttive date dal tecnico.
Esso dovrà infatti rimarcare alcuni punti chiave che sono cruciali per ottenere un ottimo risultato nel mantenimento del possesso

Svolgimento

Si tratta in pratica di svolgere un “torello” in situazione di 6v2, senza mantenere posizioni fisse. Quando il difendente recupera palla cambia di ruolo con l’ultimo attaccante che l’ha toccata. Anche quando la palla esce dal campo per un errore tecnico, abbiamo il cambio di ruoli (con uno dei 2 difensori, quello che lo è da più tempo).

Rondo 6v2

Note e Osservazioni

p.s. sono queste che condizionano in uno o nell’altro verso l’esercizio

-Le dimensioni del campo devono essere appropriate alle capacità dei ragazzi. Meglio troppo grande che troppo piccolo, in quanto la fase di possesso dev’essere avvantaggiata

-Età a cui proporlo: in Spagna lo propongono già dagli 8-9 anni. E’ chiaro che per farlo con buon successo occorerà già avere un discreto bagaglio tecnico. Quì in Italia c’è chi ancora fa riscaldare i Pulcini con gli ormai famosi “giri di campo”, quindi faccio fatica a pensare che sia adatto per ogni squadra di Pulcini

Quando proporlo: nei mesi meno freddi possiamo proporlo anche come forma di riscaldamento, oppure può essere proposto subito dopo

-Ogni giocatore dovrà occupare uno spazio, rispettando quello dei compagni (occupazione efficace dello spazio) e analizzando la loro posizione

Scegliere se stare vicini alla palla o se smarcarsi per un passaggio sul lungo

Offrire supporto costante. Questa è a mio avviso la “chiave” dell’esercizio. Il continuo smarcmanto per essere costantemente utili al compagno, in ogni momento e in ogni circostanza. Molte volte invece si vede il possessore passare la palla per poi rimanere fermo

-Il numero di tocchi dipende dall’età e dalla qualità dei ragazzi. Coi più piccoli non li imbriglierei in vincoli di tocchi, mentre coi più grandi possiamo svolgere l’esercizio a 2 o a 1 tocco (1 tocco richiede molta qualità e velocità di pensiero).

-Possiamo svolgerlo anche a 2 tocchi obbligatori, in questo modo si facilitano in parte i difensori e si obbligano gli attaccanti a lavorare sui controlli orientati

-Come ho già scritto anche nel mio ebook “Dai Torelli alle Es. Posizionali”, niente è più allenante di un possesso palla. Possiamo infatti allenare controllo, passaggio, smarcamento, visione periferica, occupazione degli spazi e per non parlare degli aspetti psicologici che comporta un buon mantenimento del possesso

-Inoltre io ho inserito l’utilizzo delle parole chiave, durante il mantenimento del possesso per facilitare la circolazione della sfera. Ho inserito la parola “dentro” per un passaggio verso il centro del campo e la parola “fuori” per un passaggio verso l’esterno. I risultati sono stupefacenti, in quanto una buona circolazione dovrebbe prevedere appunto l’alternanza di passaggi verso il centro ad altri verso l’esterno e viceversa. Questo fa sì che, nel contesto di gara, la squadra avversaria si muova, concedendo inevitabilmente ampiezza o profondità

Rondo 6v2(2)

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contenuti di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio che puoi trovare a questo link

photo credit: Chema Concellon via photopin cc