“L’Angolo del Preparatore”: Il Core Training nel Calcio, di Mattia Tessarin”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

“L’Angolo del Preparatore”: Il Core Training nel Calcio, di Mattia Tessarin”

Torna l’appuntamento con “L’Angolo del Preparatore”, rubrica curata dall’amico Mattia Tessarin, preparatore atletico del Delta Calcio Rovigo, militante nel campionato di serie D.

Il Core è sostanzialmente il baricentro del corpo, la sua traduzione dall’inglese è Nucleo. Esso è costantemente coinvolto nella vita quotidiana mentre: cammini, corri sollevi e sposti oggetti pesanti.

Con Core si fa rifermento a una regione del corpo formata da due sistemi muscolari ovvero il sistema di stabilizzazione (muscolatura locale) e il sistema di movimento (muscolatura globale).

Il sistema stabilizzatore comprende i seguenti muscoli:

  1. Trasverso dell’addome
  2. Obliquo interno
  3. Multifido (muscolo del dorso)
  4. Trasverso spinale lombare

Il sistema di movimento è invece formato da:

  1. Retto dell’addome
  2. Obliquo esterno
  3. Erettore spinale
  4. Quadrato dei lombi
  5. Adduttori
  6. Quadricipite
  7. Ischio-crurali
  8. Grande gluteo

Con CORE STABILITY si fa quindi riferimento alla stabilità di due sistemi muscolari molto complessi e grazie ad essa si ottiene la stabilizzazione del corpo durante i movimenti che esso compie.

Allenare il core è quindi fondamentale in tutte quelle discipline sportive che necessitano di una buona capacità di stabilizzazione e di controllo neuromuscolare come il gioco del calcio.

La capacità di controllare il corpo infatti è assolutamente determinante per il mantenimento dell’equilibrio, presupposto indispensabile per eseguire gesti tecnici in modo efficace.

Il programma base che ora vi proporrò può essere svolto da tutti 2 volte alla settimana.

 

PLANK

Tempo di lavoro che va dai 30” ai 60” secondi con 30” di recupero da ripetere per 3 serie.

SIDE PLANK

 

Tempo di lavoro che va dai 30” ai 45” secondi con 30” di recupero da ripetere per 3 serie per ogni lato.

PONTE PER GLUTEI

Tempo di lavoro che va dai 30” ai 60” secondi con 30” di recupero da ripetere per 3 serie.

MOUNTAIN CLIMBER

 

Tempo di lavoro che va dai 30” ai 60” secondi con 30” di recupero da ripetere per 3 serie.

Credit Immagine: https://www.schienasana.com/esercizi-e-concetti-base-di-core-training/

Share.

About Author

Mattia Tessarin

Laureato in Scienze Motorie presso l’Università di Ferrara • Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell’attività Motoria Preventiva e Adattata presso l’Università di Ferrara • Master in Teoria e Tecniche della Preparazione Atletica nel Calcio presso l’Università di Pisa • Abilitato FIGC Preparatore Atletico Settore Giovanile • Abilitato FIGC Allenatore di Base UEFA B • Tecnico qualificato “Istruttore di scuola calcio” CONI-FIGC • Docente di Educazione Fisica (supplenza)

Leave A Reply