Sviluppo Coordinativo – Proposta 5 Premessa In questo periodo sto prendendo parte ad un “camp” organizzato dall’Associazione Bravo Sport in collaborazione col Calcio Este. In… Continua »

Sviluppo Coordinativo – Proposta 5

Premessa

In questo periodo sto prendendo parte ad un “camp” organizzato dall’Associazione Bravo Sport in collaborazione col Calcio Este.
In realtà non si tratta di un camp vero e proprio, il nome corretto è “Personal Summer Training”. In sostanza si da molta più attenzione al lavoro sul singolo individuo e ogni istruttore lavora con 6-7 allievi.

Ogni gruppo di lavoro, formato per annate (anno di nascita), rimane sul campo per 1 ora. L’attività è composta da 3 fasi:
Prima Parte – Lavoro Coordinativo-Condizionale
Seconda Parte – Lavoro Tecnico-Tattico Analitico
Terza Parte – Lavoro sulle scelte

In questa serie di articoli che pubblicherò nei prossimi giorni mi concentrerò soprattutto sulla prima parte, sugli esercizi per migliorare gli aspetti coordinativi.
Nella prima ora lavoro con le annate 2006-07, mentre nella seconda ora coi 2003-02-01.

Svolgimento

L’esercizio svolto col primo gruppo di lavoro è il seguente

Coordinazione 6

Eseguiamo inizialmente una serie di 4-5 saltelli monopodalici sui rispettivi cerchi.
Nota: L’equilibrio dinamico non è sviluppato nella stessa misura in tutti i bambini, naturalmente. La difficoltà sta poi nell’eseguire 4-5 saltelli in successione e l’obiettivo per alcuni risulta difficile per la naturale scarsa muscolatura a livello del polpaccio (gastrocnemio e soleo).
Richiediamo di lavorare a piedi alternati, un giro col piede dx e uno col sx.

Effettuiamo poi un salto con relativo rimbalzo in uscita sul tappeto elastico. In assenza di questo, possiamo utilizzare un cuscinetto propriocettivo o un bosu. In sostanza si tratta di fare un salto sopra l’attrezzo e di rimbalzare fuori, trovando l’equilibrio in “volo” e nel momento del contatto col suolo.

Si effettua poi un appoggio sullo step (o su un rialzo) con relativa spinta verso l’alto per poi atterrare in equilibrio monopodalico su un cuscinetto propriocettivo.

Tra le varianti:
-possiamo effettuare i saltelli nei cerchi a piedi uniti
-possiamo richiedere un atterraggio a piedi uniti sulla medusa (cuscinetto propriocettivo)

Col secondo gruppo di lavoro ho proposto invece questo esercizio:

Coordinazione 7

Sequenze di appoggi sulla speed ladder, curando in particolar modo la coordinazione arti superiori e arti inferiori.
Ho inoltre curato il corretto appoggio dei piedi, lavorando esclusivamente sull’avampiede. In diversi lavorano ancora sulla pianta del piede.

Ho lavorato con 1 appoggio, 2 appoggi inizio col dx, 2 appoggi inizio col sx, 1 appoggio all’indietro, 2 appoggi all’indietro, 2 appoggi dentro-1 fuori, ecc..
A questo punto i ragazzi eseguono una sorta di “terzo tempo cestistico”. Vanno infatti ed eseguire 2 appoggi in successione (dx-sx o sx-dx) su 2 cuscinetti propriocettivi e al terzo appoggio sfruttano lo step per eseguire uno stacco verso l’alto, simulando un colpo di testa.

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contenuti di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio che trovi a questo link

Credit Immagine: http://www.ansa.it/webimages/img_640/2014/6/6/b56d9577de2025aed94423b00fc453b4.jpg