Piccoli Amici e Pulcini: Alleniamo 3 gesti tecnici e la tecnica applicata con un unico esercizio

Piccoli Amici: Guida della Palla, Finta e Dribbling, Movimento, Trasmissione, Ricezione

Premessa

Come ho più volte detto, lavoro con un gruppo di bambini piuttosto bravi per la loro età e quindi gli esercizi che preparo sono tarati in base alle loro capacità. Credo che l’esercizio in questione non sia adatto per qualsiasi gruppo di bambini e al tempo stesso credo possa essere proposto anche per gruppi di Pulcini

Svolgimento

Lavoriamo con gruppi di 3 bambini. 1 pallone per ogni gruppo. Formiamo più gruppi di lavoro
La disposizione iniziale è quella che si vede nella prima figura qui sotto

Piccoli Amici Guida Finta Passaggio Ricezione(2)

Il primo giocatore in possesso di palla la guida verso una sagoma (primo obiettivo tecnico; per la sagoma possiamo utilizzare anche 2 paletti messi a X) distante circa 8-10m.
In prossimità della sagoma esegue la finta-dribbling (tecnica applicata) richiesti dall’istruttore

Nota: è chiaro che questa richiesta dà per scontato il fatto di aver già lavorato, in maniera ancor più analitica, sul fondamentale richiesto. Io da 2 mesi sto lavorando solo su “finta di corpo” e “forbice”

Eseguita la finta, il giocatore opposto decide di spostarsi a destra o a sinistra, su uno dei 2 conetti gialli. Chi ha eseguito la finta gli trasmette palla per il controllo del compagno (2 gesti tecnici). Il ricevente parte in guida della palla verso la sagoma per poi trasmettere palla al compagno opposto con le stesse modalità, mentre chi ha trasmesso palla prende il posto del compagno

Piccoli Amici Guida Finta Passaggio Ricezione

Dopo un numero stabilito di ripetizioni, si cambia dribbling. In questa seduta ho lavorato su finta di corpo, forbice e ho cominciato ad inserire la doppia forbice

Osservazioni e Considerazioni Personali

-Possiamo lavorare con le modalità della staffetta a squadre e vince la squadra che porta a termine per prima 9 ripetizioni (3 ciascuno). In questo modo lavoreremo maggiormente in regime di velocità d’azione, purchè non si perda la corretta esecuzione del gesto tecnico

-La difficoltà maggiore, manco a dirlo (me l’aspettavo), è stata nel movimento del ricevente. Qualche volta il movimento non veniva effettuato (a causa di una “normale” poca attenzione) o veniva anticipato o ritardato. Direi che è normale vista l’età dei ragazzi. Se possibile, soffermiamoci magari a ricordare ai bambini quando bisogna farlo.. qualcuno lo farà coi tempi corretti mentre altri inizialmente continueranno ad essere fuori tempo. L’importanza maggiore va data alla corretta esecuzione dei gesti tecnici

-Possiamo anche permettere al ricevente di non spostarsi. Quindi chi trasmette palla dovrà valutare ancor più attentamente la posizione del compagno, avendo questi 3 possibilità (centro, dx e sx)

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contenuti di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio che puoi trovare a questo link

photo credit: ouyea… via photopin cc