Progressione didattica per i Primi Calci. Obiettivo tecnico guida della palla..

Primi Calci: Progressione didattica dalla Guida della palla all’1v1

Premessa

Come ho già detto in altri articoli, quest’anno ho la fortuna di lavorare con un gruppo di 2006 molto avanti a livello qualitativo e di conseguenza mi ritrovo ad alzare l’asticella per metterli un po’ in difficoltà..stimolandoli sulle proposte.
La progressione che troverete di seguito parte da una prima fase analitica e si conclude con una fase situazionale, passando attraverso vari step.
Sono ben conscio che le seguenti esercitazioni saranno “fuori portata” per alcuni gruppi di lavoro e quindi consiglio di prendere spunto adattando le proposte al proprio gruppo di lavoro

Svolgimento

Iniziamo a lavorare a gruppi di 3 bambini. Si può lavorare anche con 4 ma chiaramente aumentano i tempi morti e di conseguenza cala l’attenzione.

Primi Calci Progressione per la guida della palla

Disponiamo i bambini come da figura, 2 su un’estremità del campo e 1 dalla parte opposta, a circa 15-20m di distanza.
Cominciamo la progressione con delle classiche esercitazioni:
-guida della palla al compagno che mi sta di fronte e mi fermo al suo posto; lui parte in guida della palla
-possibilità di impostarlo con le modalità della staffetta; vince chi compie per primo 9 tragitti di squadra

-guida della palla al compagno che ci sta di fronte e mentre guido la palla il compagno alza una mano. Guidando la palla dovrò mantenere la testa alta per dire a voce alta i numeri indicati dal compagno.

-una variante può essere quella che invece di indicare i numeri usa i segni del gioco “sasso-carta-forbice”.

NOTA: Le due esercitazioni aumentano notevolmente il carico cognitivo perchè i bambini saranno costretti a guidare la palla tenendo la testa alta.

– possiamo inserire la variante della guida della palla solo col piede dx, sx o solo col piede “forte” o “debole”

– la progressione viene arricchita da un’ulteriore difficoltà. A circa metà tragitto posizioniamo 3 coni per lo slalom. La distanza tra i coni non deve mettere in particolare difficoltà i bambini. Io li ho posizionati a 2m l’uno dall’altro. Ecco allora che dovremo tenere la testa alta per guardare la mano del compagno e a metà tragitto saremo impegnati anche nello slalom

Primi Calci Progressione per la guida della palla(2)

– al posto dei coni per lo slalom possiamo posizionare una sagoma a metà tragitto. Io per le sagome utilizzo 2 paletti messi a X. Guida della palla sempre a testa alta e in corrispondenza della sagoma eseguo una finta a piacere. Questo se abbiamo già iniziato a lavorare, nelle sedute precedenti, sulle finte. Io sto lavorando su finta di corpo e forbice e credo saranno l’obiettivo di quest’anno

Primi Calci Progressione per la guida della palla(3)

– ora posizioniamo una sagoma in corrispondenza delle 2 estremità. Guida della palla sempre a testa alta col compagno che mi indica i numeri/segni. Giunto in corrispondenza della sagoma eseguo un doppio scambio col compagno prendendo in mezzo la sagoma e consegnando palla al compagno che parte per l’esercizio. Inseriamo quindi l’obiettivo tecnico della trasmissione. Possiamo condizionare o meno il numero di tocchi per il doppio scambio. Io non lo farei inizialmente

Primi Calci Progressione per la guida della palla(4)

– lavoriamo ora sul situazionale. Prepariamo un quadrato 10×10 e dividiamo i bambini su 2 angoli opposti. Rossi difensori, in possesso di palla, e azzurri attaccanti. Il difensore passa la palla all’attaccante e lo attacca. L’attaccante dovrà eludere l’intervento del difensore e condurre palla all’interno delle 2 porte gialle. Le porte sono di circa 5m, quindi molto ampie.
L’alternanza dei compiti è importante, quindi cambiamo ruoli dopo ogni “azione”

Primi Calci Progressione per la guida della palla(5)

NOTE:

In quest’ultimo esercizio ho utilizzato la seguente progressione:
-1v1 con difensore passivo e che si blocca davanti all’attaccante
-1v1 con difensore passivo ma non si blocca
-1v1 con difensore attivo
-1v1 con difensore attivo e che se recupera palla la conduce negli altri 2 lati

OSSERVAZIONI

Sono partito da un’esercitazione molto “classica”, ossia un’esercitazione semplice e conosciuta. Da questa ho sviluppato una progressione che termina in un contesto situazionale (anch’esso un classico, niente di nuovo) in cui risulta fondamentale tutto quanto visto negli step precedenti.
Il difensore gioca la palla all’attaccante e lo attacca. Quest’ultimo dovrà ricevere e condizionare la sua velocità guardando la velocità d’arrivo del compagno..quindi a testa alta.
E’ chiaro che a parole sembra facile ma chi lavora coi Primi Calci conosce le difficoltà di questa categoria.

Puoi rimanere aggiornato sui nuovi contributi di Ideacalcio seguendomi alla

pagina Facebook Ideacalcio

che puoi trovare qui

Credit Immagine: mrg.bz