Scuola Calcio: 2 Proposte per Inserire un Lavoro Coordinativo nell’ Apprendimento Tecnico Oggi vi propongo 2 proposte per inserire un lavoro coordinativo all’interno di 2… Continua »

Scuola Calcio: 2 Proposte per Inserire un Lavoro Coordinativo nell’ Apprendimento Tecnico

Oggi vi propongo 2 proposte per inserire un lavoro coordinativo all’interno di 2 esercizi per migliorare la tecnica applicata.

La prima proposta ha come finalità tecniche il tiro e perchè no, la parata del portiere.
Come capacità motorie lavoreremo sugli schemi motori del lanciare, saltare e strisciare. Miglioreremo inoltre la capacità di controllo motorio attraverso la precisione negli appoggi.

Piccoli Amici Es. Tecnico Motoria

Una fila di bambini, con palla in mano, si trova davanti ad una “speed ladder”. L’esercizio consiste nel lanciare la palla all’istruttore (potremmo anche chiedere la rimessa laterale ma in un primo momento lascerei maggior libertà), prestando attenzione che il passaggio sia il più preciso possibile.
L’allievo eseguirà poi una serie di appoggi sulla “scaletta” e all’uscita riceverà la palla dall’istruttore. 2 tocchi a disposizione per calciare in porta.

Non appena si calcia in porta partirà l’allievo successivo col passaggio verso l’istruttore e chi ha tirato dovrà correre immediatamente in porta per parare il tiro del compagno successivo. Chi era in porta, portiere, recupera il pallone calciato dal compagno e torna in fila superando liberamente 3 ostacolini prima e una piccola panchina poi.

Nota: “nel caso il pallone ci disturbi, possiamo lanciarlo verso la fine del percorso per poi recuperarlo”

Gli appoggi nella “spedd ladder” dipendono dall’età e dalle capacità dei bambini con cui lavoriamo. Io ho proposto:
-1 appoggio negli spazi
-2 appoggi negli spazi
-saltelli mono e bipodalici

La seconda proposta è quella che si vede nella figura che segue

Piccoli Amici Es. Tecnico Motoria(2)

Gli obiettivi tecnici sono i cambi di direzione, il dribbling e il tiro in porta e .. la parata del portiere.
Gli obiettivi coordinativi sono il controllo motorio attraverso la precisione negli appoggi e il saltare.

Allievi in fila con un pallone ciascuno. Guida della palla per circa 5-6m (allontanandosi dalla porta), cambio di direzione a 180° e dopo un’altra breve guida della palla eseguo una finta sulla sagoma per poi calciare in porta.
Appena calcio in porta dovrò correre a difenderla dal tiro del compagno successivo che parte non appena il compagno precedente esegue la finta.

Il portiere recupera il pallone e torna in fila eseguendo una serie di appoggi sulla “speed ladder” (possiamo eseguire gli stessi visti in precedenza o di nuovi) e sempre con la palla in mano salta l’ostacolino. Mette poi la palla a terra e la guida verso la sua fila.

Cambi di direzione:
-suola
-taglio interno
-step over
-crujff

Finte:
-finta di corpo
-forbice
-a piacere

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contenuti di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio che trovi a questo link

Credit Immagine: http://benessere.letteradonna.it/files/2012/07/donna_gioca_calcio.jpg