Una seduta completa per i Piccoli Amici. L'obiettivo tecnico della seduta è la guida della palla, sviluppata con 4 proposte..

Una seduta completa per i piccoli amici: Obiettivo Guida della palla

Oggi vi propongo un’intera seduta per i piccoli amici. Seduta dell’anno num.2, lunedi 2/09/2013, annata 2006


Segnalo 3 libri da acquistare per programmare il proprio lavoro (in italiano, con dvd). Investire sulla propria formazione non è mai sbagliato!allenamento-pulcini-primi-calci

–> Esercizi e giochi tecnici. Per una programmazione biennale in 12 unità didattiche e 120 sedute. Piccoli amici e 1° anno pulcini. Con DVD

–> La psicocinetica applicata allo sviluppo delle capacità tecniche. Pulcini 2° anno. Oltre 100 esercizi e giochi tattici per una programmazione annuale in 36 sedute

–> Pulcini 3° anno. Gioco e propedeutica alla tattica. 90 esercizi e giochi tattici per una programmazione annuale in 36 sedute. Con DVD


Inizio l’allenamento con un’attività ludica, un gioco che magari a qualche genitore fuori dal campo potrà far storcere il naso perché a suo modo di vedere “non è calcio”, ma che mi permette di inserire l’obiettivo tecnico della guida della palla e che mi permette di combinarlo con alcune capacità coordinative

Il gioco è quello proposto nella figura che segue, “Svuota-Cerchio”

Seduta Primi Calci Guida e Cambi di direzione

Si formano 2 squadre e si costruiscono 2 percorsi identici davanti ad ogni squadra:
-1 ostacolino da saltare
-3 birilli per una corsa in slalom
-1 ostacolino da saltare

Al via dell’istruttore ha inizio il gioco. Il primo bambino di ogni squadra corre per eseguire il percorso davanti a lui e al termine di esso recupera un pallone, coi piedi, dal proprio cerchio e lo conduce in diagonale verso il cerchio della squadra avversaria. Corre poi alla propria fila per dare il 5 al compagno successivo che esegue il medesimo esercizio.

L’obiettivo è in pratica quello di svuotare il proprio cerchio dai palloni per portarli in quello della squadra avversaria. Al tempo stesso la squadra avversaria fa altrettanto.
Il gioco può terminare a tempo (vince chi al termine dei 5′ ha meno palloni nel proprio cerchio) o quando una squadra ha svuotato completamente, anche solo per 1″, il proprio cerchio

2 ESERCIZIO

Apprendimento Tecnico: Guida della palla e cambi di direzione con la modalità della staffetta

Seduta Primi Calci Guida e Cambi di direzione(2)

Si formano più gruppi di lavoro, 3-4 bambini (non di più, meglio 3) per stazione. Si divide ogni squadra in 2 file opposte distanti 8-10m e a metà distanza tra le due si posizionano 2 birilli distanti 2m l’uno dall’altro (vedi fig.)

Al via, il primo giocatore in possesso di palla dovrà portare palla al suo compagno posto nella fila opposta e dovrà farla dopo aver eseguito un “esercizio” sui 2 birilli. Abbiamo diverse varianti su cui poter lavorare. Io ho lavorato con tutte queste, cambiando la modalità al termine di ogni giro.

-slalom tra i birilli
-disegnare un cerchio tra i birilli, passando quindi attorno al secondo e poi intorno al primo (si disegna un cerchio, non si passa in mezzo ai 2 birilli)
-disegnare un “8” tra i 2 birilli
-cambio di direzione con la suola sul secondo birillo (180°) e stessa cosa sul primo (si ritorna quindi nella direzione originale)
-stessa cosa del precedente ma cambio di direzione con l’interno (secondo e poi primo birillo)
-stessa cosa ma con l’esterno (secondo e poi primo birillo)

Portata palla al compagno di fronte, questo eseguirà il medesimo esercizio portando palla a sua volta al compagno opposto. Ottiene 1punto la squadra che ritorna per prima nelle posizioni di partenza (l’esercizio quindi andrà eseguito 2 volte ciascuno, andata e ritorno per tutti).

3 ESERCIZIO

Apprendimento Tecnico: Competizione a squadre – Guida della Palla per il Passaggio-Tiro

Seduta Primi Calci Guida e Cambi di direzione(3)

L’esercizio in questione è un’evoluzione dell’esercizio precedente. Trasformiamo la staffetta precedente in una competizione a squadre dove gli obiettivi sono quelli della guida della palla e del passaggio-tiro di precisione. L’esercizio assume una “valenza più situazionale” (anche se non vi è la presenza dell’avversario e quindi è un po’ forzata questa definizione) perchè la guida della palla non è più fine a sè stessa ma è finalizzata alla trasmissione

Formiamo 2-3 squadre, a seconda di quanti sono i bambini.
Utilizzando sempre 2 coni, come nell’esercitazione precedente, chiediamo ai bambini di eseguire varie modalità (entra ed esci, cerchio, 8, cambi di direzione) sui 2 birilli dopo aver eseguito una conduzione in avvicinamento ad essi. All’uscita dai coni bisognerà calciare in una porticina (di dimensioni variabili) collocata a 8-10m di distanza.

La “distanza dalla porticina ai coni è importante“. La distanza non dev’essere troppo poca perchè altrimenti il compito risulterebbe troppo facile, ma non dev’essere eccessiva perchè altrimenti i bambini non troverebbero mai la gratificazione del “gol”. Starà quindi all’istruttore valutare le capacità dei bambini e trovare la giusta distanza.

Il compagno successivo parte quando quello precedente calcia nella porticina. Dopo il tiro si recupera la palla e si torna in fila.
“Più veloci saremo nella guida della palla e più tiri potremmo fare”. Vince la squadra che realizza più gol
Ogni 2-3′ possiamo cambiare la modalità della guida sui coni. Vince la squadra che al termine del gioco ha segnato più gol

4 ESERCIZIO

Situazione di gioco: 1v1 per il gol

Seduta Primi Calci Guida e Cambi di direzione(4)

Continua la progressione delle esercitazioni precedenti, aumentando il contesto situazionale. La guida della palla e il passaggio vengono inserite in un’esercitazione per migliorare l’1v1.

Attaccanti in possesso di palla a circa 15m dalla linea di fondo. Su quest’ultima sono collocate 2 porticine e tra esse sono posizionati i difensori.
L’esercizio ha avvio con la guida della palla dell’attaccante che conduce verso i 2 coni per eseguire una delle modalità richieste dall’istruttore (le stesse provate in precedenza). All’uscita gioca palla sull’istruttore (torna il passaggio visto nell’esercizio precedente) che la ridà a muro.

Sul passaggio dell’attaccante all’istruttore, parte il difensore dalla linea di fondo per contrastarlo. L’attaccante dovrà quindi segnare in una delle 2 porticine mentre il difensore se recupera palla la dovrà trasmettere al tecnico

Cambio ruoli dopo ogni azione. L’alternanza dei compiti è fondamentale. Tutti devono provare entrambi i ruoli e consiglio, come detto, di cambiarli al termine di ogni azione e non a tempo, in modo tale che il bambino possa passare continuamente dal ruolo in possesso al ruolo non in possesso e viceversa

NOTA: non file interminabili. Sarebbe ottimale non avere più di 8 bambini per campo. Con più bambini dobbiamo pensare di dividerli su 2 campi di gioco, avendo a disposizione un secondo istruttore. Come fare se abbiamo 15 bambini e siamo soli?? dividerei i bambini per capacità, mettendo i più “pronti” a confrontarsi tra essi e a turno farei fare loro l’istruttore fuori dai birilli che chiude il passaggio a muro e che riceve il passaggio dell’istruttore. I 2 campi di gioco devono essere naturalmente adiacenti per poterli controllare meglio

5 ESERCIZIO

Partita libera: nemmeno a dirlo che è l’esercizio che i bambini aspettano di più !!!

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contributi di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio

Credit Immagine: www.mrg.bz