Progressione Fase Offensiva: dal 1c1 al 3c2 – Seduta Sette Nell’articolo di oggi presento quella che è stata una progressione che ho portato sul campo… Continua »

Progressione Fase Offensiva: dal 1c1 al 3c2 – Seduta Sette

Nell’articolo di oggi presento quella che è stata una progressione che ho portato sul campo con la mia squadra di Allievi e che, a partire dalla categoria Esordienti, può essere un validissimo mezzo d’allenamento per le categorie dell’attività agonistica.

Ad un certo punto mi sono detto, “e se ci fosse bisogno, come per le progressioni sulla fase difensiva, di scomporre e semplificare la fase offensiva con lo scopo di mettere gli attaccanti nelle condizioni migliori per poter esprimersi”?

Chi mi segue da un po’ di tempo sa che dedico una parte del tempo che ho a disposizione a scomporre le situazioni che poi i difensori si ritroveranno ad affrontare in gara, allenando i Principi di Tattica Individuale e Collettiva attraverso situazioni semplificate.
E i risultati, in termini di prestazioni, vuoi anche per merito dei difensori che ho a disposizione, si sono visti nitidamente.

Notando da qualche partita una difficoltà nel finalizzare l’azione, mi sono chiesto se non fosse produttivo ideare delle progressioni che mirassero ad allenare la fase offensiva, con lo scopo di allenare la Tattica Individuale in fase di Possesso e alcuni sviluppi offensivi.

Esercizio Uno: 1c1+1 Appoggio esterno
L’attaccante nero gioca palla all’appoggio rosso e gli si muove inizialmente incontro seguito dal difensore che supera l’ostacolino in partenza. L’attaccante deve segnare nelle due porticine alle sue spalle.

La difficoltà principale è quella di liberarsi dalla marcatura stretta del difensore che agisce alle nostre spalle. Nove attaccanti su dieci si “schiacciano” addosso al possessore, ricevendo palla sul corto e creando di fatti una situazione di 1c1 con attaccante spalle alla porta. Dando per scontato che il difensore agisca correttamente (accorci forte sull’attaccante), per l’attaccante la difficoltà diventa poi quella di girarsi, non perdendo il controllo della sfera. Il consiglio è sì quello di muoversi inizialmente sul corto ma, preso atto che il difensore ci marca stretto, creare i presupposti per ricevere in ampiezza (attraverso un fuorilinea) o sul lungo.

Focus:
* contromovimenti e smarcamento
* colpire (muoversi di sorpresa) il difensore alle spalle
* ricevere palla nella condizione più vantaggiosa
* comunicazione tra possessore e ricevente

Esercizio Due: 1c1+2 Appoggi esterni
Il difensore bianco gioca palla all’attaccante nero che entra in campo per eseguire almeno 1 passaggio con uno dei due appoggi (giocano a 2 tocchi; Variante: quello in profondità, nei pressi delle porticine, a 1 tocco) prima di poter segnare nelle due porticine.

Focus:
* dopo il primo passaggio, chiedo nuovamente l’aiuto degli appoggi o gioco da solo?

La difficoltà per l’attaccante è quella di capire innanzitutto con quale dei due appoggi scambiare palla e, una volta giocato il passaggio, liberarsi in fretta della marcatura del difensore. La variante dei tocchi differenti per i due appoggi, stimola tempi di smarcamento differenti per l’attaccante.

Esercizio Tre: 1c1+3 Appoggi
L’attaccante nero gioca palla all’appoggio centrale che gioca per uno dei due appoggi esterni (giocatori rossi). Far toccare palla anche a quello opposto per poi segnare nella porticina vicina al primo appoggio esterno. Tutti e 3 gli appoggi giocano a 1 tocco.

Focus:
* smarcamento
* ricerca linee di passaggio
* collaborazione

La difficoltà maggiore è quella di collaborare avendo un numero di tocchi limitato e di offrire, di conseguenza, un aiuto costante ai nostri compagni.

Esercizio Quattro: 1c1+3 (3c2)
Il difensore bianco gioca palla ad uno dei due appoggi laterali, scegliendo in questo modo quello avversario. L’attaccante entra in campo e insieme all’appoggio scelto e a quello centrale dovranno realizzare almeno 3 passaggi nella metà campo difensiva per poi uscire da questa con un passaggio nello spazio e segnare nella porticina avversaria. L’altro appoggio laterale che non riceve il passaggio diventa il compagno del difensore e ne coadiuva l’azione.

Focus:
* collaborazione offensiva
* smarcamento
* passaggio nello spazio

La difficoltà principale che ho rilevato, sembra quasi assurdo ma è così, è quella di uscire con un passaggio nello spazio. Eseguiti i 3 passaggi, i compagni del possessore si spostano immediatamente nella metà campo offensiva, togliendo soluzioni al possessore e occupando anticipatamente lo spazio da conquistare.

Credit Immagine: https://images.performgroup.com/di/library/GOAL/4a/97/psg-neymar-mbappe-cavani-paris-ligue-1_16kpavae8b2i112mc7chinfzqa.jpg?t=1012420206&quality=90&w=1280