Allenare le ripartenze: 3v2 e 4v3 con difensore in ripiegamento La linea difensiva (bianchi) si schiera a circa 40m dalla porta difesa dal portiere. L’attacco… Continua »

Allenare le ripartenze: 3v2 e 4v3 con difensore in ripiegamento

La linea difensiva (bianchi) si schiera a circa 40m dalla porta difesa dal portiere.

L’attacco è posizionato come da figura, lavoro sul 4-2-3-1.

SITUAZIONE DI 3v2

Il mister gioca palla su uno dei 2 terzini che, ricevuta palla, va in percussione fino alla linea tratteggiata rossa (circa 10m). Prima di superare la linea rossa trasmette palla o all’esterno o al centrocampista centrale più vicini a lui.
Trasmessa palla, scatta per aggirare un cono posto sulla linea di metà campo e cerca di tornare il più velocemente possibile per aiutare i propri compagni.

Contropiede 3v2 con dif. ripiega

Nel frattempo il terzino che non ha ricevuto palla esce dal campo e i 2 difensori centrali stringono ulteriormente la loro posizione e scappano fino in prossimità della lunetta dove dovranno cercare di intervenire contro 9-10 e il giocatore su cui il terzino ha giocato palla.

L’attacco quindi, con 9-10 e 11 porterà un attacco nel minor tempo possibile, non dando il tempo al terzino di rientrare.

SITUAZIONE DI 4v3

Evoluzione dell’esercitazione precedente; questa volta però il terzino che non riceve palla resta in aiuto della difesa e si unisce all’attacco l’esterno alto opposto. Quindi se riceve il terzino di destra, l’esterno d’attacco di destra si unirà sicuramente all’attacco con 9-10 più il giocatore a cui il terzino passa palla, in figura 4.

NOTE

-Ogni attacco dovrà essere portato nel minor tempo possibile, sfruttando la superiorità numerica non dando tempo al terzino di rientrare per ricreare la parità numerica

-Disporre di diversi cambi in tutti i ruoli; l’esercitazione richiede numerosi scatti e cambi di velocità eseguiti in campo aperto quindi dispendiosi dal punto di vista fisico

-E’ opportuno che l’allenatore dia delle linee guida su come portare l’attacco e magari solo in un primo momento può lasciare libera interpretazione ai singoli

-Nel sviluppare una ripartenza è opportuno prediligere passaggi in verticale, riducendo al minimo quelli in orizzontale

Credit Immagine: http://www.sport.it/fnts/sport/immagini/550×413/AP120628023547-50226410.jpg