Situazione di gioco: Lavoro sulle ripartenze dopo un lavoro a pressione Si prepara il campo come da figura. Si gioca su metà campo o poco… Continua »

Situazione di gioco: Lavoro sulle ripartenze dopo un lavoro a pressione

Si prepara il campo come da figura. Si gioca su metà campo o poco più. Vengono disposte 4 sagome, a simulare 4 difensori passivi, a circa 10m fuori dall’area di rigore.

Nella zona di centrocampo si costruisce un rettangolo con le dimensioni adatte al livello del gruppo a disposizione e del numero di giocatori che si intendono impiegare.

In figura ho lavorato su un 30×20, disponendo al suo interno 4 difensori + 1 mediano contrapposti a 3 avversari, quindi un 5v3.

L’obiettivo per i difensori è quello di mantenere il possesso palla coadiuvati dal centrocampista davanti alla difesa. Si può dare o meno un obiettivo numerico, ad es. 10 passaggi 1 punto.

Situaz. di gioco Allenare le ripartenze dopo lavoro a pressione

I 3 elementi contrapposti invece, devono organizzarsi in un’azione di pressing per recuperare palla e una volta recuperata inviarla ad una delle 2 ali che giocano esterne al rettangolo centrale.

L’ala che riceve e l’ala opposta dovranno ripartire il più velocemente possibile verso la porta avversaria, ostacolati da un difensore posto inizialmente fuori area. Le 4 sagome rappresentano la linea del fuorigioco.

Chi ha giocato palla all’ala va a prenderne il suo posto e questa dovrà poi ripiegare velocemente nella zona centrale. Infatti il mister, non appena la palla viene inviata all’ala, rimette in gioco un altro pallone e la difesa gioca in situazione di 5v2.

NOTE:
– Ruotare i difensori a tempo
– E’ molto interessante lavorare anche sulla transizione negativa per la difesa; persa palla nella zona centrale, questi dovranno essere immediatamente aggressivi per non permettere la verticalizzazione

Le VARIANTI sono tantissime e molto interessanti:

– chi gioca palla all’esterno si unisce all’attacco, in una situazione di 3v1
– posizionare un secondo difensore, chi gioca palla si unisce all’attacco, 3v2
– un solo difensore al limite, il secondo difensore proviene dalla zona centrale, per il 2v2 (solo le 2 ali) o il 3v2 (ali + chi gioca palla)
– possibilità di schierare anche una punta centrale e lavoro con 3 punte, combinando i movimenti dei 3, quindi 3v1; 3v2; 4v3( si unisce chi gioca palla)

Credit Immagine: http://www.calciomercatonews.com/wp-content/uploads/quagliarella-219.jpg