Situazione di gioco molto efficace e divertente per allenare il 2v1 in contropiede..

Situazione di gioco: Sviluppo del contropiede in 2v1. Lavoro sulla Transizione

Campo 25×18. Posizionare in ordine sparso 4 sagome.
2 giocatori blu (B1) cominciano l’esercitazione entrando nel campo palla al piede attaccando il giocatore rosso (R1) che dovrà difendere la propria porta. Quando l’azione termina, gol o palla che esce, (se il portiere para può quindi giocare col proprio compagno) rosso che ha appena difeso esce dal campo e altri 2 rossi (R2) entrano nel campo, palla al piede, per attaccare l’ultimo blu che ha toccato palla.
Quando l’azione terminerà, altri 2 blu (B2) attaccheranno l’ultimo rosso che avrà toccato palla e così via.

Situaz. di gioco Sviluppo del contropiede in 2v1 e transizione

PUNTEGGI:
– gol di chi è inizialmente in attacco 1pt.
– gol di chi era inizialmente in difesa e che ribalta l’azione 3pt
– 1-2 prendendo in mezzo una sagoma 1pt
– 1-2 prendendo in mezzo l’ avversario 3pt

Obiettivi Tattici: transizione, sviluppo del contropiede, ricerca dell’1-2
Obiettivi Fisici: resistenza specifica (es. che se svolta con 10 giocatori + portieri, risulta molto impegnativa dal punto di vista organico)
Obiettivi “Psicologici” : ricerca della collaborazione

OSSERVAZIONI: esercitazione che viene dal calcio a 5 e che ho adattato e modificato in base alle mie esigenze. Esercitazione che ho utilizzato moltissimo durante tutto l’anno, soprattutto ad inizio anno quando la squadra faceva fatica a collaborare in fase di possesso. Inserendo l’1-2 ho risolto gran parte dei problemi e col tempo ho raggiunto i miei obiettivi. L’esercitazione risulta molto dinamica e molto stimolante per i ragazzi

VARIANTE:
-Difende invece chi non ha toccato palla per ultimo
-+1 punto alla difesa se l’attacco non riesce nemmeno a concludere