Multi-Rondos nel Sistema di Gioco Nell’articolo di oggi presento quella che è stata la fase di attivazione di una delle mie sedute con la categoria… Continua »

Multi-Rondos nel Sistema di Gioco

Nell’articolo di oggi presento quella che è stata la fase di attivazione di una delle mie sedute con la categoria Allievi e che può essere rivolta a tutte le annate dell’attività agonistica.
L’intento era quello di creare una serie di Rondos che fossero collegati tra loro e che avessero una correlazione col sistema di gioco e coi principi del modello di gioco scelto.

Sapendo di avere 20 giocatori a disposizione in questa seduta, l’ho ideata in questo modo, ma le varianti sono pressochè infinite.
Il campo di gioco l’ho diviso come da figura, con un quadrato centrale di circa 8×8 e il restante spazio l’ho diviso in quattro quadrati adiacenti.

Multi-Rondos nel sistema di gioco

In ognuno dei due settori in alto (dal punto di vista del portiere) ho schierato dei 2c2+1 Jolly, con coppie di difensori contro attaccanti e un centrocampista nel ruolo di Jolly. Attaccanti e difensori giocano a 2 tocchi, il Jolly può giocare a tocchi liberi o vincolati.

In ognuno dei due settori in basso ho invece schierato degli 1c1+1 Jolly +1 Portiere, con quest’ultimi due che si possono spostare liberamente sui due settori.
Gli accoppiamenti potrebbero essere difensore contro difensore o difensore contro attaccante. In questi due settori si gioca a tocchi liberi, tranne il portiere che ne ha due a disposizione.

In questi quattro spazi, successivamente, ho dato la possibilità di interscambiarsi, in fase di possesso, tra gli elementi dei quadrati in alto e tra quelli dei quadrati in basso. Si potrebbe anche pensare di lasciare gli interscambi liberi, anche tra quelli in basso e quelli in alto.

Nel quadrato al centro del campo ho schierato invece una situazione di 3c1 (tutti centrocampisti) e si gioca a 1 tocco.
Il concetto di gioco che mi interessava allenare-stimolare, in questo spazio, era quello di rimanere vicini in fase di possesso (successivamente diventerà “Giocare corto prima di poter Giocare lontano”), assicurando al possessore sempre due soluzioni di passaggio.
Chi sbaglia diventa il difendente.

Infine, a metà esercitazione (attenzione ai tempi di lavoro, soprattutto per chi lavora nei due settori in basso) ho invertito gli elementi che giocavano l’1c1 con quelli impegnati nel 2c2.

Credit Immagine: http://www.sassuolocalcionews.it/wp-content/uploads/sites/29/2016/11/allenamento-Sassuolo.jpg