Rondo: 4c1, Gestione e Occupazione dello Spazio Nell’articolo di oggi vi propongo un’esercitazione che trovo riduttivo definirla come un semplice Rondo. La proposta può essere… Continua »

Rondo: 4c1, Gestione e Occupazione dello Spazio

Nell’articolo di oggi vi propongo un’esercitazione che trovo riduttivo definirla come un semplice Rondo. La proposta può essere utilizzata già a partire dalla categoria Pulcini e la ritengo valida per tutte le altre categorie a salire.

A seconda della categoria e dell’età dei propri allievi, la complessità delle richieste varierà di pari passo. Nella mia metodologia, questo genere di proposte sono solito inserirle nella fase di attivazione.

Si tratta di un Rondo finalizzato a:

  1. occupazione efficace dello spazio
  2. ricerca di mobilità in fase di possesso
  3. conquista della zona di tiro mediante una triangolazione
  4. i principi della triangolazione, “gioco palla e attacco lo spazio”

Situazione di 4c1 in favore degli attaccanti Neri. Una prima variante può essere quella di inserire un secondo difensore o togliere un attaccante (4c2 o 3c1).

Il campo di gioco viene diviso come da figura, con un corridoio laterale e due zone centrali, una di attacco e una centrale. Come si può notare dalla figura, possiamo predisporre due campi di gioco adiacenti, in modo da poterli controllare simultaneamente entrambi. Ricordiamoci di invertire i giocatori a metà esercitazione, in modo da alternare la ricerca dell’ampiezza verso il corridoio di destra e di sinistra.

REGOLE:

  1. Almeno un attaccante sempre per settore;
  2. Realizzare almeno 5 passaggi e un interscambio, sia in attacco che nel corridoio, prima di conquistare la zona di tiro (di attacco) con una triangolazione che prenda in mezzo la sagoma o il difensore;
  3. In attacco max. 1 giocatore, così come nel corridoio. Al momento della conclusione vi dovrà essere solamente un giocatore in attacco;
  4. Se il difensore ruba palla cerca il gol nella porta incustodita o la conduce fuori dal campo.

OSSERVAZIONI

La grande difficoltà che ho sempre riscontrato in buona parte dei più piccoli (giocatori) è quella di non conoscere i presupposti per realizzare una triangolazione. Va quindi spiegato di 1) puntare il difendente; 2) giocare palla al compagno e attaccare forte lo spazio alle spalle del difendente; 3) il ricevente deve interpretare correttamente la volontà del compagno di realizzare la triangolazione.

La seconda difficoltà è quella di liberare lo spazio di attacco per favorire l’ingresso del compagno che conclude.

VARIANTE

Realizzare almeno 8 passaggi prima di poter segnare, da qualsiasi posizione, nella porticina. Ogni volta che ricevo palla nel corridoio e in attacco, e rigioco palla ad un compagno, devo immediatamente liberare lo spazio (ri-occupazione dello spazio). Con questa variante si toglie il focus sulla triangolazione e lo si sposta sulla ricerca continua e “massiccia” di mobilità nel corridoio laterale e in attacco.

Credit Immagine: http://i.vimeocdn.com/video/519852415_1280x720.jpg