Rondo 4c2: “Conduco per Provocare”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Rondo 4c2: “Conduco per Provocare”

Nell’articolo di oggi presento un’esercitazione che ho utilizzato con un gruppo di Giovanissimi Professionisti e che, a seconda dell’obiettivo che intendiamo allenare, può essere proposta già a partire dalla categoria Pulcini.

Si tratta di un Rondo in situazione di 4c2 svolto nella fase di attivazione.
Come ho detto, a seconda del focus che vogliamo dare alla proposta, questa potrà già essere molto valida con la categoria Pulcini. Infatti, coi più piccoli, il focus potrebbe essere prevalentemente tecnico e legato di fatto alla conduzione e al dribbling.

Personalmente, per ciò che volevo allenare io, l’aspetto tecnico è diventato un sotto-obiettivo, o meglio, un mezzo per raggiungere la finalità tattica della proposta.
L’esercitazione voleva infatti stimolare un sotto-principio legato alla fase di costruzione, ossia il “condurre per provocare“.
Troppe volte si vedono difensori in possesso, con metri e metri di campo davanti a loro, cedere palla al compagno più vicino, perdendo di fatto l’iniziale superiorità numerica.

Ciò che pretendo dai miei difensori è di essere propositivi e di trasferire la loro situazione di superiorità (giocando con una linea a 4, spesso si trovano nella condizione di 2c1 contro l’unica punta avversaria) numerica in altre zone del campo. Come? Conducendo palla finché non trovano un avversario che gli si fa incontro, togliendo di conseguenza pressione da un compagno. A quel punto, passaggio semplice al compagno smarcato.

Come spesso mi accade, scompongo la situazione e creo delle strutture più piccole prima di trasferire il principio a livello collettivo.

Campo diviso in due metà. Le dimensioni dipendono dalle capacità del proprio gruppo. Io ho lavorato su un 8×16. Effettivamente molto piccolo.

Doppia situazione di 2c1 sulle due metà campo.

Non si può giocare palla nell’altra metà campo. In sostanza non posso effettuare nessun passaggio verso l’altra metà campo.

Per muovere palla nell’altro settore posso solamente condurre palla. L’obiettivo è quello di uscire in guida della palla dalla propria metà campo, puntare il difensore nell’altro settore,  liberando entrambi i compagni dalla pressione, per poi cedergli palla.

Una volta giocata palla, ripiego nella mia metà campo. Variante: “invece di ripiegare, posso rimanere nella nuova metà campo e il compagno a cui non gioco palla si sposta per ricreare la doppia situazione di 2c1“.

Interscambi possibili in Fase di Possesso. Se da un lato è vero che non posso giocare palla verso l’altra metà campo, è vero però che posso alzarmi nell’altra metà campo e può scendere un compagno in zona palla.

Principi di Gioco:

  1. Condurre palla quando ho campo libero davanti a me. Sfidare il difensore nell’altra metà campo prima di giocare palla ad uno dei due compagni.
  2. Non sfidare il difensore in dribbling. Muovere palla all’interno della propria metà campo fintanto che non vi saranno le condizioni per uscire in conduzione. Fondamentale risulterà il primo controllo, a guadagnare campo in avanti.
  3. No passaggi orizzontali nella metà campo. Sempre diagonali. Il compagno in non possesso si posiziona sopra o sotto la linea della palla
  4. Ricerca mobilità in fase di possesso.

Credit Immagine: http://3.bp.blogspot.com/-CUl452GY8L0/Vp0BD1aZ_wI/AAAAAAAA2cs/M0LZccmgQkc/s1600/Pique-Blackout-Boots%2B%25282%2529.JPG

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply