Scuola Calcio: Dominio e Cambi di direzione per il tiro in porta con componente coordinativa Rivisitazione grafica, con l’aggiunta di qualche variante, di un’esercitazione che… Continua »

Scuola Calcio: Dominio e Cambi di direzione per il tiro in porta con componente coordinativa

Rivisitazione grafica, con l’aggiunta di qualche variante, di un’esercitazione che avevo svolto sul campo più di tre anni fa con un gruppo di Pulcini all’ultimo anno.
La proposta è rivolta alle categorie Pulcini ed Esordienti.

Formiamo una fila di 6 giocatori + un portiere (o anche da 5 giocatori complessivi).
Con 10 giocatori è il caso di allestire due stazioni di lavoro adiacenti per ridurre al minimo i tempi morti.

Nota: sappiamo bene che più le file sono numerose e più il “dispetto” e la distrazione sono dietro l’angolo

Costruire, nella zona centrale, un “labirinto” formato da 3 porticine di paletti (rossi) e 2 paletti singoli (gialli). Ogni allievo, partendo in guida della palla, dovrà eseguire un entra ed esci (sullo stesso lato, in pratica è un cambio di direzione di 180°) su ciascuna delle 3 porticine ed eseguire 2 finte sui 2 paletti singoli.

All’uscita si calcia immediatamente in porta e si corre poi in porta, in quanto, il “via” per il compagno successivo, è dato dal momento del tiro in del compagno precedente.
In questo modo alleniamo, seppur in minima parte, l’attenzione di chi è in fila, senza che ci sia bisogno del mister che fa partire ogni azione.

Dopo aver calciato in porta si prende il posto del portiere solo dopo aver eseguito uno dei 2 percorsi coordinativi a scelta:

* a sinistra abbiamo alcuni cerchi in cui possiamo eseguire un’alternanza di saltelli mono e bipodalici
* a destra abbiamo una piccola “speed ladder” (scaletta) in cui eseguire alcuni appoggi richiesti dall’istruttore

Scuola Calcio Dominio Il Labirinto

Note e Varianti:

* Il portiere dopo il tiro recupera il pallone calciato dal compagno e corre in fila
* Aumentare o diminuire la distanza dall’ultimo paletto alla porta
* Aumentare o diminuire la distanza tra le porticine e i paletti

* Una variante può essere quella di eseguire i saltelli (per la parte coordinativa) prima di andare in porta, mentre dopo essere stati in porta si recupera il pallone e si torna in fila eseguendo gli appoggi nella speed ladder

Osservazioni:

Nel “labirinto” i ragazzi dovranno guidare la palla con rapidi e brevi tocchi, in quanto la distanza e la larghezza delle porticine è molto ridotta.
E’ chiaro che non è un’attività propriamente indicata con allievi alle primissime armi (primi calci), però possiamo pensare di distanziare i vari paletti per dar più tempo e spazio ai giocatori, semplificando il dominio nello stretto

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contributi di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio

photo credit: Piazza Madonna dei Monti. Calcio di strada. via photopin (license)