Attività di Base: “1+Portiere Contro 2” – Propedeutico alla Costruzione

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Attività di Base: “1+Portiere Contro 2” – Propedeutico alla Costruzione

Nell’articolo di oggi presento un’esercitazione rivolta alle categorie dell’attività di base e più nello specifico a quelle Pulcini ed Esordienti.

Si tratta di una proposta situazionale che ha l’obiettivo di destrutturare la fase di costruzione, semplificandola, arrivando solo successivamente a situazioni maggiormente complesse. L’esercizio vuole quindi proporre l’uscita, da parte del difensore e del Portiere, dalla prima zona di costruzione, ostacolati dalla pressione dei due attaccanti.

L’attaccante Nero in possesso di palla la conduce in slalom tra due coni per poi trasmettere palla al Portiere avversario. A questo punto entra in campo insieme al compagno e al Difensore Blu.

L’obiettivo di Blu, coadiuvato dal Portiere, è quello di condurre o ricevere palla a meta (zona grigia); mentre l’obiettivo dei due Neri sarà quello di recuperare palla e segnare nella porta difesa dal Portiere.

Osservazioni e Coaching

Il portiere può condurre palla a meta? Perché no. Trattandosi di fasce d’età piccole (attività di base), non vorrei limitare il portiere alla sola difesa della porta. Mi piace pensarlo come ad un giocatore a tutti gli effetti, con l’unica eccezione che può anche usare le mani all’interno della propria area.

Come si comportano i due Attaccanti? Attaccano entrambi il Portiere e lasciano libero il difensore? Uno attacca il Portiere e l’altro il difensore? Uno attacca il portiere e l’altro difende la zona di meta? Nessuno dei due attaccanti attacca il portiere e difendono entrambi la zona di meta? Sono queste alcune domande e spunti di riflessione che l’allenatore deve proporre al portiere e al difensore. A seconda delle scelte degli attaccanti, questi lasceranno spazio alle loro spalle o davanti a loro.

Come facciamo a conquistare la zona di meta? Scelgo l’azione individuale? Chiedo la collaborazione del compagno (dai e vai)? Attacco lo spazio di meta e ricevo palla nello spazio?

Come si può intuire, i possibili sviluppi dell’azione sono davvero numerosi. Compito dell’allenatore è quello di suggerire, attraverso la formulazione di domande, possibili vie, senza forzarne alcuna.

Credit Immagine: http://www.dailymail.co.uk/sport/football/article-3847024/Pep-Guardiola-watches-Manchester-City-s-youth-teams-goes-training-Barcelona-B-experience-makes-leader-not-just-manager.html

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply