Attività di Base: Progressione 2c2+2 e 1c1+2 – Smarcamento Nell’articolo di oggi presento una progressione rivolta in particolare alle categorie dell’attività di base ma estremamente… Continua »

Attività di Base: Progressione 2c2+2 e 1c1+2 – Smarcamento

Nell’articolo di oggi presento una progressione rivolta in particolare alle categorie dell’attività di base ma estremamente d’attualità anche per le categorie dell’attività agonistica.

L’obiettivo principale delle tre proposte che vedrete è lo smarcamento. Troppe volte, quando si parla di smarcamento, gli allievi lo interpretano quasi esclusivamente come “muoversi incontro al mio compagno”. Che si tratti di professionisti, dilettanti o Scuola Calcio, la tendenza è quasi sempre quella: “mi muovo incontro al mio compagno, davanti all’avversario”.

“Ma cosa succederebbe se mi muovessi alle sue spalle”? E’ questa la domanda che pongo sempre. E’ la risposta è semplice: il difendente mi perde per un attimo di vista e se sarò bravo a trovare una linea di passaggio sicura, che mi permetta di ricevere palla, potrò avanzare sul terreno di gioco, senza dovermi giocare l’1c1.

Parliamo quindi di smarcamento di rottura, alle spalle del difendente.

In questo articolo ho pensato a tre semplici proposte rivolte alle categorie Pulcini ed Esordienti ma, trattandosi di Smarcamento, obiettivo sempre d’attualità, le proposte sono validissime anche per l’attività agonistica.

Ipotizzando di avere a disposizione 10 giocatori, si potrebbero collocare i 6 “più pronti” nel campo di sinistra e gli altri 4 in quello di destra. Nel campo di sinistra giocheremo un 2c2+2, mentre in quello di destra, coi “meno pronti“, un 1c1+2. Quest’ultimi, essendo quelli più in difficoltà, verranno collocati in una situazione con meno variabili, in cui, l’essere sempre al centro del gioco, gli consentirà di potersi concentrare maggiormente sull’obiettivo richiesto.

Le dimensioni del campo di gioco dipendono dal livello tecnico-tattico degli allievi e dalla loro età. L’orientamento è però rettangolare. Nel 1c1+2 il campo può avere dimensioni ridotte.

Gli Appoggi esterni vengono cambiati a tempo.

Proposta Numero Uno

Situazioni di 2c2 o 1c1 all’interno, più 2 Appoggi esterni (Rossi). Gli Appoggi giocano sempre con la squadra che ha il possesso.

L’obiettivo è muovere palla da un Appoggio all’altro, con un passaggio diretto o passando per gli interni.

Utilizzare gli interni in ogni caso, o col movimento in ampiezza di questi, per liberare il passaggio centrale, o con lo smarcamento di questi. Nel 2c2 non schiacciarsi entrambi vicini all’Appoggio, lavorare alle spalle dei difensori, staccandosi dall’avversario.

Proposta Numero Due

Situazioni di 2c2 o 1c1 all’interno, più 2 Appoggi esterni (Rossi). Campo diviso in due metà campo. Gli Appoggi giocano sempre con la squadra che ha il possesso. L’obiettivo è ricevere un passaggio dell’Appoggio nella metà campo più lontana per poi giocarla all’Appoggio opposto.

Nel 2c2 non schiacciarsi entrambi vicini all’Appoggio, lavorare con movimenti contrari, con almeno uno alle spalle dei difensori, staccandosi dall’avversario. Se ricevo palla nella stessa metà campo dell’Appoggio, gliela rigioco. Se l’Appoggio è libero può entrare in conduzione per sfidare un avversario e liberare un compagno dalla marcatura.

Proposta Numero Tre

Si costruisce un quadrato nella zona centrale del campo. L’obiettivo è quello di ricevere palla nel quadrato centrale da un Appoggio per poi giocarla all’Appoggio opposto (1 punto).

In Fase di Possesso possibilità di interscambiarsi con l’Appoggio più lontano, in relazione alla posizione della palla. In questo modo si svilupperanno in autonomia i movimenti contrari. In sostanza, con palla ad un Appoggio, se sono marcato posso alzarmi per prendere il posto dell’Appoggio più lontano, mentre quest’ultimo si abbassa nel quadrato. Sul cambio di possesso l’Appoggio ritorna nella sua posizione.

Credit Immagine: http://keepitonthedeck.com/blog/2016/7/16/xavi-simons-analysis-tutorial