Scuola Calcio: 2c1 e 2c2. “Alla Scoperta del Marco-Copro” Esercitazione che avevo pubblicato su Ideacalcio nel Maggio 2013. La proposta l’avevo portata sul campo con… Continua »

Scuola Calcio: 2c1 e 2c2. “Alla Scoperta del Marco-Copro”

Esercitazione che avevo pubblicato su Ideacalcio nel Maggio 2013.

La proposta l’avevo portata sul campo con un gruppo di Pulcini all’ultimo anno e credo possa essere questo il momento da cui proporla. Nella categoria Esordienti trovo sia uno strumento validissimo per insegnare il Principio di Copertura.

Dividere verticalmente il campo in due metà
L’esercitazione parte col portiere in possesso di palla e coi 2 difensori situati ciascuno sui 2 pali della porta.
All’ “op” del portiere i difensori si allargano sulla loro rispettiva zona, col numero uno che giocherà indifferentemente palla su uno dei 2 compagni.

Il difensore che riceve esegue un controllo ad aprire per poi trasmettere palla all’attaccante che nel frattempo si è portato nella zona del difensore che ha ricevuto palla. L’attaccante infatti inizialmente si trova in posizione centrale.

A questo punto chi ha effettuato il passaggio corre a portar pressione sull’attaccante mentre il compagno di reparto stringe verso il centro del campo, non potendo però uscire dalla rispettiva zona di competenza.

Si genera una situazione di 2c1 nelle due rispettive metà campo. L’attaccante è infatti coadiuvato da un appoggio che gioca 2 tocchi e non può segnare. L’obiettivo è il gol nella porta difesa dal portiere.

Attaccante e Appoggio saranno liberi di spostarsi sulle 2 metà campo, con e senza palla. I difensori restano zonati.

Scuola Calcio 2v1 e 2v2 campo diviso in due

Se i difensori recuperano palla si genera una situazione di 3c2. Questi potranno infatti servire il loro portiere e dar vita ad un mini-possesso che si completerà al raggiungimento di 3-4 passaggi consecutivi (punto per i difensori).

Varianti:

* L’appoggio gioca a 1 tocco e non può segnare
* L’appoggio gioca a 2 tocchi e può segnare
* L’appoggio gioca a 2 tocchi e può segnare solo di prima
* L’attaccante può segnare solo di prima

* I 2 difensori non sono più zonati ma possono muoversi liberamente

Osservazione:

Quest’ultima variante ci permette di valutare se il lavoro appena svolto per i difensori è stato appreso e se questi hanno realmente capito il concetto di “copertura”. L’istruttore non dovrà soffermarsi in lunghi discorsi ma farà capire che rimanendo in copertura al compagno si potrà essere d’aiuto nel caso il compagno venga superato.
Ritengo fondamentale che tutti i giocatori lavorino prima come difensori e poi come attaccanti. La specializzazione per ruoli comincerà più avanti con l’età

 

Credit Immagine: http://www.thephuketnews.com/photo/listing/2017/1490346904_1-org.jpg