Scuola Calcio: “Dribbling, 1v1 e Transizioni” Oggi sono a proporvi un’esercitazione che ho utilizzato coi miei Pulcini al primo anno (2006) ma che può essere… Continua »

Scuola Calcio: “Dribbling, 1v1 e Transizioni”

Oggi sono a proporvi un’esercitazione che ho utilizzato coi miei Pulcini al primo anno (2006) ma che può essere utilizzata a mio avviso fino alla prima squadra, cambiando naturalmente il focus (l’obiettivo principale).

Per idearla ho pensato di modificare la struttura base di altre mie proposte e ne è nata un’esercitazione estremamente coinvolgente, intensa e allenante per quelli che sono gli obiettivi dell’esercitazione stessa.

Si formano innanzitutto due squadre.
L’esercitazione viene infatti proposta sotto forma di competizione a squadre e chi perde “paga” una piccola penitenza.
Io utilizzo quasi sempre il famoso “scalda culo”. La squadra che perde va in porta e la squadra che vince calcia un pallone ciascuno per cercare di colpire il sedere di chi è in porta.
Ai bambini piace moltissimo perchè è un modo divertente per scontare una piccola penitenza!!!

La struttura della proposta è quella che si vede nella figura che segue

Scuola Calcio Dribbling 1v1 Transizioni

Disponiamo le due squadre in due file e disponiamole come da figura.
Davanti alle due file, a 2m di distanza, posizioniamo una sagoma (bastano due paletti messi a X).

Tutti i giocatori sono in possesso di palla tranne il primo difensore nero che inizia al centro del campo.
Il primo giocatore blu entra in campo eseguendo una finta a piacere sulla sagoma per poi affrontare il difensore nero con l’obiettivo di segnare nella porta in diagonale alla sua partenza. In caso di gol guadagna 1 punto.

Se il difensore conquista palla può guadagnare 1 punto segnando nella porta avversaria o servendo il primo attaccante della sua fila.
Nota: essendoci una sagoma davanti alla partenza, l’attaccante in fila dovrà farsi trovare in zona luce per ricevere il passaggio del compagno qualora questi volesse trasmettergli palla.

Non appena termina l’azione, chi ha attaccato diventa difensore. In questo caso blu difende dall’entrata in campo di un nuovo giocatore nero che lo affronta dopo aver eseguito una finta libera sulla sagoma.

Io l’ho proposto con due tempi da 8′, invertendo la posizione di partenza delle due squadre al termine del primo tempo.

Osservazioni

L’esercizio pone in risalto anche un notevole lavoro sulla transizione negativa, con veloce cambiamento di atteggiamento mentale, da attaccante a difensore.
Va inoltre stimolata, da parte dell’attaccante, la ricerca di finte creative e fantasiose per superare il difensore e l’entrata in campo mediante un rapido gesto tecnico sulla sagoma.

Da precisare anche che il difensore, escluso il primo, potrà contrastare immediatamente l’attaccante che entra, ostacolandolo già nell’esecuzione della finta sulla sagoma.
Questo particolare induce l’attaccante in fila a partire immediatamente e ad eseguire il gesto tecnico con notevole rapidità d’esecuzione.

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contenuti di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio che trovi a questo Link

photo credit: IMG_2979 via photopin (license)