Scuola Calcio: Gioco a Squadre – Situazioni di gioco semplici Oggi vediamo quella che a mio avviso è un’interessantissima proposta per l’ Attività di Base,… Continua »

Scuola Calcio: Gioco a Squadre – Situazioni di gioco semplici

Oggi vediamo quella che a mio avviso è un’interessantissima proposta per l’ Attività di Base, categorie Piccoli Amici, Pulcini ed Esordienti.
La struttua dell’esercizio è piuttosto semplice e non è richiesto molto materiale.

Servono infatti cinesini, palloni, 2 porticine e qualche ostacolino.
Formiamo 2 squadre e un campo di gioco come quello che si vede nella figura che segue

 

Uno dei vantaggi dell’esercizio è che possiamo coinvolgere tutti i giocatori, anzi, meglio non essere in pochi… A seconda del numero di giocatori, chiameremo o meno più situazioni che coinvolgano pochi giocatori (1v1-2v2)
Le 2 squadre sono posizionate in fila indiana ai 2 angoli opposti del campo.

L’esercizio necessità di un minimo di 8 giocatori a disposizione fino ad un massimo di 16-18.
L’esercizio inizia con l’istruttore che chiama un numero da 1 a 4.
A questo punto partiranno tanti componenti per squadra quanto sarà il numero chiamato. Esempio, l’istruttore dice “3” e partiranno i primi 3 allievi in fila.

Coordinativo Situazionale In quanti si gioca Situazioni di gioco semplici

I giocatori chiamati dovranno correre lungo il lato del campo compiendo il rispettivo percorso motorio ed entrare in campo dopo aver aggirato il cono.
A questo punto gli allievi dovranno contendersi il pallone messo nel mezzo dall’istruttore, con l’obiettivo di segnare nella porta avversaria.

Sul gol o sulla palla che esce, i giocatori lasciano il campo e subito l’istruttore chiama un altro numero per dar vita ad una nuova situazione di gioco.
L’esercizio diventa molto intenso se le pause tra un’azione e la successiva sono vicine allo zero.

Le varianti sono numerose:

* Possiamo variare il percorso coordinativo a nostro piacimento. Spazio alla fantasia.

* Nel caso vengano chiamati in causa almeno 2 allievi, l’1-2 può valere un punto bonus
* Nel caso non avessimo a disposizione abbastanza giocatori, possiamo sostituire le porte difese dai portieri con delle porticine, una o due per squadra.

* Possiamo sostituire le porticine con una linea di meta da conquistare

* In caso di 3v3 possiamo assegnare un punto bonus qualora il gol avvenga dopo che tutta la squadra ha toccato la sfera
* In caso di 1v1 assegnare un punto bonus nel caso l’avversario venga superato con un dribbling

* Aumentando le dimensioni del campo e se avessimo a disposizione molti giocatori, possiamo arrivare anche ad un 5v5 o 6v6
* Nel caso si svolga l’esercizio con allievi di buon livello tecnico-cognitivo, possiamo richiedere la ricerca di situazioni quali 1-2 o sovrapposizione

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contenuti di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio che trovi a questo link

photo credit: Sandy Lidbury via photopin cc