I Primi Giochi di Posizione per l’Attività di Base

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Scuola Calcio: i primi approcci coi giochi di posizione

Nell’articolo di oggi presento la rivisitazione grafica di un mio vecchio articolo, datato Ottobre 2012.
All’epoca allenavo una squadra di Pulcini al 3° anno e questi erano tre Giochi di Posizione che proposi in quel periodo.

I giochi di posizione, con gli opportuni accorgimenti, possono essere già proposti all’interno delle sedute per la scuola calcio. La scelta o meno di questo tipo di esercitazioni dipende solamente in parte dal livello tecnico del gruppo a disposizione. In paesi come la Spagna ad esempio, i giochi di posizione vengono proposti già a partire dai 6 anni.

Gioco di posizione 2v2+ 2 Jolly (Sostegno e Vertice)

Scuola Calcio Giochi di posizione

La prima proposta è quella mostrata nella prima figura.
Si gioca 2v2 su un campo 18×12 (le dimensioni possono variare a seconda del livello tecnico dei ragazzi) con 2 Jolly disposti uno a Sostegno e l’altro come Vertice.
Il numero di tocchi può essere vincolato o meno. Si può iniziare con tocchi liberi per poi passare progressivamente a 3 e poi 2. Possiamo anche utilizzare tocchi differenti per i Jolly.

I Jolly giocano con chi è in possesso palla. Chi è in fase di possesso gioca largo e favorisce il passaggio tra sostegno e vertice; chi difende gioca all’interno. Cambio difensori dopo un numero prestabilito di intercetti (5-6-..).
Quando i ragazzi avranno appreso il funzionamento del gioco, possiamo anche cambiare i difensori ad ogni cambio di possesso, lavorando sulla transizione, chi difendeva si apre e chi attaccava entra.

Sul recupero palla dei difensori questi la giocano su un Jolly e si aprono.
Per i difensori, possiamo lavorare solo sull’intercetto o anche sul contrasto.

E’ opportuno far svolgere il ruolo di Jolly a sostegno anche al Portiere.

Gioco di posizione 2v2+ 3 Jolly (Sostegno, Vertice, Interno)

Un’altra proposta piò essere quella di posizionare un ulteriore Jolly, posizionato all’interno del campo, le regole sono le medesime del gioco precedente

Gioco di posizione 2v2+ 2 Jolly (Esterni)

La terza proposta vede lo slittamente dei 2 Jolly sugli Esterni, con gli attaccanti che si posizionano a Sostegno e Vertice mentre i difensori fan sempre densità nel mezzo.
Le regole son le stesse dei giochi precedenti. Sul recupero palla dei difensori questi giocano palla su un Jolly e si aprono, al contrario degli attaccanti che entrano a difendere

Nota: E’ opportuno che l’allenatore tenga diversi palloni a disposizione, pronto a reinserirne un altro appena la palla esce troppo distante.

Credit Immagine: http://media1.fcbarcelona.com/media/asset_publics/resources/000/097/975/size_640x360/pic_2014-04-26_ALEVIN_B-MOLLET_07.v1398851733.JPG

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

3 commenti

  1. Mi chiedo, come fate a spiegare che in partita ci sono i jolly??? ma chi sono?? io penso che sia meglio ideare situazioni di gioco con veri avversari…….scusate ciao

  2. Diego Franzoso

    Mi fa piacere che qualcuno metta in discussione i giochi di posizione, almeno si apre un confronto.

    Il possesso palla è un aspetto che ormai ogni squadra “dovrebbe” curare, non tanto per i successi del Barcellona o per il cambio di mentalità apportato da Prandelli in Nazionale, ma perchè i suoi vantaggi sono innumerevoli:
    -ti permette di gestire i ritmi della gara
    -ti permette di controllare alla lunga le energie
    -ti permette di attrarre l’avversario in zone di campo per poi punirlo in altre
    -per l’aspetto psicologico, l’avversario che non la vede mai alla lunga si abbatte
    -tanti altri..

    detto questo, i classici possessi palla li ritengo, a mio avviso, superati!
    In un classico 5v5 per esempio si viene a creare spesso una gran confusione, con molti giocatori (soprattutto a livello di settore giovanile) che vengono ancora attratti dalla palla, ed inoltre non richiedono smarcamenti specifici per ruolo.

    Venendo in sintesi ai giochi di posizione, questi permettono di allenare la TECNICA IN SITUAZIONE DI GIOCO, controllo-passaggio, e la TATTICA con smarcamenti-marcamenti specifici per ogni ruolo (questi sono solo alcuni aspetti). Per quanto riguarda i Jolly questi SERVONO PER CREARE SUPERIORITA’ NUMERICA, utile nell’apprendimento della fase di possesso, in quanto sarà più semplice mantenere il possesso in situazione di 4v2 rispetto ad un 5v5. Sul terreno di gioco, in partita, i jolly non si chiameranno jolly certo, ma saranno il compagno a sostegno, il vertice, gli esterni e gli interni (centrocampisti).
    Una delle caratteristiche del calcio spagnolo è appunto il possesso palla e mi pare innegabile che negli ultimi anni stan facendo SCUOLA per quello che concerne lo “spettacolo” messo in campo. I giochi di posizione sono di origine spagnola e visto quello che hanno prodotto, per quanto mi riguarda sono un ottimo mezzo di allenamento per i motivi che sopra t’ho elencato

  3. Diego Franzoso

    Tra l’altro nei giochi di posizione gli avversari ci sono ECCOME, solo non è un 5v5 ma è per esempio un 4v2 e la fase di possesso sarà agevolata nell’APPRENDIMENTO, che è poi l’obiettivo dell’allenatore.

Leave A Reply